Negozi spettacolo per Millennials

A questo proposito, guardiamo al lusso, partito tardi nell’eCommerce, assalito da mille dubbi ... paura di perdere l’immagine di unicità, difficoltà oggettive a trasferire in un mezzo di per sè democratico l’experience esclusiva dei negozi e della griffe, insomma un rebus che per lungo tempo ha reso “accessorio” il dovuto eCommerce ma senza crederci granché, oggi la musica è cambiata: i Millennials valgono il 50% delle vendite del lusso online, quelli cinesi da soli il 30% e si sa i Millennials usano il web come una seconda casa. Alla luce di tutto questo, il lusso si è rimboccato le maniche con la conseguenza che accelerare sull’eCommerce ha portato inevitabilmente a un ripensamento dei negozi fisici; un esempio per tutti Gucci che, a Firenze con Gucci Garden, ha inaugurato uno spazio totalmente esperienziale per raccontare la storia del brand, con tanto di ristorante, altrettanto griffato, grazie alla presenza di Massimo Bottura. Anche Moncler recentemente ha aperto dei pop up store, per presentare la capsule collection creata in esclusiva per l’eCommerce. Come si dice ... il bisogno aguzza l’ingegno!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome