A Civitanova Marche a marzo apre il Cuore Adriatico

4 febbraio 2014
Retail

La posizione è nelle immediate vicinanze dell’uscita autostradale sull’A14 Civitanova Marche, ma il centro commerciale è accessibile direttamente anche dalle due strade statali che collegano l’entroterra con la costa. Il Cuore Adriatico, gestito da Cogest Retail, sviluppa una gla complessiva di 27.000 mq, distribuiti su due livelli commerciali.

Realizzato accanto al nuovo spazio fieristico
Il nuovo complesso include uno shopping centre e un retail park strettamente integrati, mentre su un lotto adiacente è pianificata la realizzazione della nuova fiera di Civitanova Marche e di un palazzetto dello sport.

Il potenziale visitatori conta sul flusso turistico
Il bacino d’utenza nei 30 minuti è stimato in 350.000 abitanti, che aumentano notevolmente nella stagione estiva grazie al flusso turistico. La locomotiva alimentare a insegna Iper (8.890 mq di gla) è al piano terra, prospiciente alla galleria a forma di otto. Le insegne dell’abbigliamento e accessori presenti saranno: H&M, Desigual, Benetton, Geox, Goldenpoint, Original Marines, King Sport. Per la ristorazione ci saranno un Roadhouse Grill, oltre a ristoranti Mishi Mishi e Alta Marca. In tutto si contano 71 negozi, incluse 6 medie superfici e la food court. Il parcheggio (che si sviluppa nel livello interrato del mall e a raso) offre 3.500 posti auto, a disposizione anche del parco commerciale, sul quale si affacciano tra l’altro un Obi di oltre 5.000 mq di gla e un Euronics di 2.100 mq.

Assunte 500 persone
I posti di lavoro che verranno generati nel complesso saranno circa 500. “I curricula arrivati fino ad oggi sono 3.500″ ha reso noto Cogest Retail, la società incaricata della gestione del centro. L’azienda ha anche confermato che le operazioni di recruiting per la selezione del personale sono ancora aperte.

Informazioni su Ugo Stella

Sono un giornalista cui piacciono i punti di vista originali e un po' fuori dal coro, dove si possa trovare qualcosa di nuovo e stimolante. Attento alla tendenze di consumo, mi considero un foodie sempre alla ricerca di novità in campo alimentare, arrivino dalla produzione o dalla tradizione.

Pubblica i tuoi pensieri