Attivata la trasformazione in Conad dei 31 pdv Pellicano

Retail

L’operazione fa parte del progetto di rafforzamento della presenza del gruppo
distributivo in regione Lombardia per una superficie totale di 20.018 mq con 31
supermercati. Dopo l’acquisizione dei 31 punti di vendita del gruppo
Lombardini in sei province lombarde ufficializzata a fine gennaio, dal 1 marzo, dopo una serie di operazioni, è subentrata la gestione diretta da parte di una compagine di soci e società di imprenditori di Conad Centro Nord che sancisce la disponibilità effettiva dei negozi.

Oggi i primi due cambi
Proprio oggi sono avvenuti i primi due cambi insegna per due dei 16 supermercati della provincia di Bergamo (Leffe ed Alzano Lombardo); entro fine maggio sono previsti i restanti cambi insegna e il rilancio commerciale nel territorio con politiche ad hoc: si cambierà il layout in base alla nuova riorganizzazione della rete ampliando anche l’assortimento dei prodotti a marca commerciale.a marca privata.
La chiusura, che per la maggior parte dei punti vendita, è avvenuta dal 29 febbraio al 3 e 5 marzo, ha permesso di realizzare l'inventario e di svolgere attività assortimentali.

"Grazie a questo investimento assisto oggi al coronamento di un sogno che mi vede impegnato nel bergamasco e in Conad da oltre 20 anni -afferma Luca Signorini, socio imprenditore- che vede la provincia di Bergamo prima, come quote di mercato, nel territorio lombardo".

Lombardia nuova frontiera
Conad Centro Nord ha sede a Reggio Emilia e, oltre che nelle province emiliane di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, opera anche in Lombardia dove, con questa manovra, accresce la propria quota di mercato: nella sola provincia di Bergamo sale dall'1,7 per cento del 2011 al 5,2%. Per fine 2012, grazie anche allo sviluppo tradizionale, il fatturato crescerà di 200
milioni di euro, con una quota di mercato del 3,9% e a fine 2013 ci si attende
un'ulteriore crescita di 100 milioni di euro e una quota di mercato al 4,2%.

Obiettivo mantenimento posti di lavoro
"Oggi vediamo concretizzarsi un'operazione durata diversi mesi che ci rende particolarmente orgogliosi
per aver mantenuto i livelli occupazionali riguardanti 500 posti di lavoro in un periodo di crisi in cui molte realtà sono costrette a uscire dal mercato o a ridimensionarsi" afferma Ivano Ferrarini, direttore generale di Conad Centro Nord. "Non senza sforzi continuiamo a impegnarci per crescere in territori in cui non siamo ancora leader e, allo stesso tempo, confermiamo la nostra presenza ed il nostro attaccamento in quelli in cui abbiamo quote di mercato rilevanti".

Questo conferma il valore distintivo che Conad riconosce al territorio inteso in senso più ampio come comunità e clienti. "La situazione economica e sociale è molto complessa. La stiamo affrontando con determinazione, grazie ai soci presenti in loco e con validi progetti, sempre dalla parte del cliente e del territorio -
afferma il presidente della cooperativa, Marzio Ferrari (in foto)- puntiamo a fornire prodotti e servizi con il miglior rapporto fra convenienza e qualità e investiamo a sostegno dei consumi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome