Come ti spalmo lo scaffale: la frutta secca accende l’impulso

Alcune new entry del comparto creano scompiglio a scaffale, che sembra destinato ad allargarsi. E se la ricetta della capostipite resta immutabile, quelle dei competitor aumentano le percentuali di frutta secca.

Una volta c’era la Nutella. E basta. Nient’altro. Una crema a base di nocciole e cacao nata dalla felice intuizione di Ferrero, che ha regnato incontrastata per decenni anni nella categoria senza che si affacciasse alcun competitor. Grazie al suo vantaggio competitivo, in tutto questo lungo periodo iniziale è diventata un cult, unitamente alla sua confezione iconica.

Poi hanno iniziato a farsi largo altre creme spalmabili: come Novi, Magnum, Lindt, Pernigotti, Rigoni di Asiago, Náttúra, Damiano. Si sono affiancate alle diverse proposte in mdd quali Carrefour, Coop, Esselunga, Conad, Terre d’Italia di Carrefour, Fior di Loto di NaturaSì. Denominatore comune: le nocciole e il cacao, presenti in diverse percentuali nei vari prodotti. Anticipando il trend, Lidl, con il brand Deluxe introduce accanto alla crema nocciola e cacao, anche i gusti Cocco, Tofee (caramello) e Mocha (caffè) e, in formato diverso, anche la crema al Pistacchio “perfetta da spalmare sulle brioche”. Mentre Lotus Biscoff, l’originale biscotto caramellato belga, si trasforma in crema spalmabile.

Il 2019 ha visto subito, a metà gennaio, la comparsa di un ulteriore competitor piuttosto diretto, ovvero Barilla con la crema Pan di Stelle di Mulino Bianco, “un magico incontro tra una dolce crema di cacao e nocciole e la granella di biscotti Pan di Stelle in un packaging di grande impatto, il vasetto da 330 g, chiaramente riferito ai noti biscotti. Una sfida palese alla crema di Alba, sia sul piano dell’appeal che del contenuto, peraltro senza olio di palma.

A fine marzo fa la sua comparsa a scaffale un’altra crema spalmabile in scia a un noto brand, quello delle caramelle Rossana: identica quanto inconfondibile nel sapore al latte e nocciole, questa crema ‘da cucchiaio’ in vasetto da 200 g, si abbina anche a torte, muffin e brioches, come ingrediente nelle preparazioni degli impasti, come topping.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Gdoweek ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome