Con Oneglass il buon vino è monodose

Produttori

La confezione in poliaccoppiato per il vino non rappresenta certo una novità. Ma l'idea della veronese Oneglass è stata quella di realizzarla in formato monodose (100 ml), con una forma e una grafica ricercati, e di averla pensata per un target di consumatori evoluti, che sia in casa sia fuori casa (per esempio in viaggio, ma non solo), può essere attratto dall'idea di poter bere un bicchiere di vino di qualità senza doverne necessariamente acquistare una bottiglia.

Bere bene con gusto e misura

La linea -prossimamente in lancio presso una catena della do del Nordest- viene inaugurata con due referenze: Moscolo bianco e Moscolo rosso, entrambe IGT venete. Ma Oneglass intende raggiungere entro il prossimo semestre un assortimento di almeno 6-8 referenze, tutti grandi vini della tradizione italiana.

Il prezzo al pubblico consigliato è stato fissato in 2,80 euro, per risultare competitivo rispetto al prezzo di un bicchiere alla mescita.

Potenzialità multicanale
Leggero, infrangibile, maneggevole ed economico, il packaging brevettato da Oneglass si presta ad aggredire diversi canali. Particolarmente appetibili quello della ristorazione viaggiante (treni, aerei) e delle stazioni di servizio (la dose è quella a prova di etilometro). Una cosa è certa: se saprà conquistare uno spazio nelle abitudini di consumo degli italiani, la strada verso i mercati esteri sarà tutta in discesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here