Con Seqr, i pagamenti con smartphone arrivano nel punto di vendita

E’ ora disponibile anche in Italia Seqr, la completa  piattaforma  di  vendita  su   smartphone, integrata con Uakari Pos. L’avvio del servizio è stato dimostrato presso un punto di vendita Sma di Roma, grazie ad un accordo con il Gruppo Rocca. L’acquisto o l’attività di marketing parte dalla scansione di un Qr code. La comunicazione è inequivocabile: il benvenuto all’app è dato dalla frase “inizia ora a guadagnare”, non a risparmiare. Il portafoglio non serve più con Seqr, la nuova piattaforma di trasferimento di denaro tra acquirente e cassa o tra persona e persona. La sigla si legge come l’inglese secure, per tranquillizzare chi ne facesse uso e per ricordare l’estrema flessibilità dei Qr code. Ma parlare semplicemente di app di vendita è riduttivo in quanto l’azione verte anche su fidelizzazione, comarketing e altro.

Un potenziale ancora da esprimere
“Il game changer è nei pagamenti tecnologici”, spiega Lorenza Ramazzo, responsabile vendite Italia di Uakari. “Nonostante i 7,4 miliardi di schede telefoniche nel mondo e la penetrazione degli smartphone al 90%, solo il 12% degli stessi è oggi usato per pagare”.
Ma se l’azione di pagamento diventa facile, integrata ad altri servizi e conveniente per sconti e premi raccolti automaticamente, ecco che l’utente può cambiare idea e usare un sistema di pagamento tramite telefonino.

L'intero articolo su Gdoweek n. 16

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here