Crai riorganizza la Centrale

Retail

Nella nuova organizzazione interna della Centrale, Gruppo Crai conclude un processo di riassetto che ha visto la riorganizzazione dei poli territoriali. Fra le aree operative più strategiche, facenti capo a Marco Bordoli, direttore generale e amministratore delegato di Crai-Secom, ricordiamo la nuova area Prodotto a marchio (Pam),  affidata a Gianluigi Bollati, che seguirà tutti i processi di progettazione, selezione, qualificazione e gestione del fornitore con l'obiettivo di ottimizzare il posizionamento commerciale e qualitativo dei Pam in tutti gli aspetti, dall'analisi degli assortimenti alla negoziazione, dallo sviluppo del packaging alle tempistiche di lancio, compresa la funzione qualità, riposizionata nell'ambito della stessa area.

La direzione acquisti è affidata a Carmelo Carriero, manager con diverse esperienze in Gdo, fra cui Sma (Auchan).
Anche l'area dello sviluppo rete, coordinata da Franco Beretta, viene potenziata: fra i suoi compiti quello di interfaccia progettuale con le organizzazioni più strutturate e una funzione di supporto operativo verso i Cedi più piccoli non dotati di apposite funzioni a presidio dei format. L'area dovrà assistere la rete degli specialisti Drug.

Marketing: più orientato ai formati
Uscito Giuseppe Parolini, l'area marketing -che rimane per il momento vacante - assume la denominazione "Direzione marketing e format" non a caso: focalizzandosi sui fattori caratteristici della qualità e della redditività dell'insegna, la direzione avrà un maggiore orientamento alle logiche di format per generalisti e specialisti.
Alle Operations va Rolando Toto Brocchi con responsabilità su gestione service operativo alla rete di vendita inerente agli ambiti di information technology, logistica del prodotto a marchio, gestione delle banche dati.

Come responsabile dell'area "risorse umane-affari legali-formazioni e convenzioni" è stata chiamata Monica Purificato.


 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome