Decathlon spinge sulla tecnologia voice

Tecnologie

Decathlon ha deciso di implementare Vocollect Voice per incrementare la produttività dei propri centri distribuzione e far fronte in maniera ottimale alle richieste d'ordine degli attuali 58 store dislocati sul territorio nazionale. La sfida di Decathlon è quella di offrire articoli sportivi per tutti e in ogni momento:
in questo contesto una supply chain snella e fluida è essenziale, la merce a scaffale non deve mai mancare. Infatti, dato che nessun negozio è dotato di magazzino, quando la quantità di un prodotto scende al di sotto di una soglia minima di scorta, automaticamente dalla cassa parte un ordine al sistema informativo centrale che ne verifica la disponibilità e, se esiste, smista l'ordine a uno dei 3 cedi Decathlon che servono la penisola: Basiano (Mi), Castel San Pietro Terme (Bo) e Maddaloni (Na).



Velocità a precisione

Ma per assicurare la consegna in un massimo di 24 ore gli operatori al lavoro nei cedi devono essere molto veloci, e non commettere errori. Qui è entrata in campo Psion Teklogix, fornitore globale di soluzioni per il mobile computing e la raccolta dati wireless, che ha offerto la propria consulenza per implementare una tecnologia che permettesse di incrementare la produttività dei cedi e far fronte in maniera ottimale alle richieste d'ordine degli attuali  store presenti sul territorio nazionale.

In seguito ad un'analisi e valutazione delle richieste di Decathlon, Psion Teklogix ha individuato in Vocollect Voice la soluzione più idonea per le esigenze delle 3 aree logistiche. Tra settembre e dicembre 2009, Psion Teklogix ha quindi dato inizio all'implementazione della tecnologia vocale per il prelievo di due diverse categorie di prodotti: i colli voluminosi o pesanti (come attrezzature da palestra, bici, sci, ecc.) e quelli in transito (ovvero provenienti da altri magazzini europei e diretti ai punti di vendita e che necessitano di essere anch'essi smistati).
In media ognuno dei tre cedi gestisce tramite Vocollect Voice 8.500 colli in transito e 5.000 in prelievo a settimana.

Lavorare con mani e occhi liberi

Nel complesso sono stati implementati 30 terminali vocali per il picking dei colli voluminosi e 18 per le merci in transito. Si tratta di terminali hardware Workabout Pro G2 Speech, forniti da Psion Teklogix, su cui “gira” l'applicativo software Vocollect, collegati a cuffie e microfono Vocollect della Serie-SR. La strumentazione può essere, a seconda delle necessità, sia indossata dal magazziniere, sia installata su un carrello elevatore. In questo modo la guida della voce consente agli operatori di avere occhi e mani libere per maneggiare con cura e in tutta sicurezza gli ingombranti prodotti.

Incremento della produttività

Prima del passaggio al vocale, ogni operatore riceveva una lista di prelievo adesiva, contenente tutte le informazioni sulle spedizioni da preparare. L'etichetta veniva tolta e posta sull'articolo di prelievo, con diverse possibilità di errore o imprevisto, ad esempio che l'operatore, in transito con il carrello, perdesse la lista svolazzante, con conseguente necessità di ristampa. Altro inconveniente classico, la caduta di un articolo in fase di prelievo (con ovvi pericoli anche per l'operatore), perché tenuto con una mano sola, mentre l'altra reggeva il foglio con la lista di prelievo. Con la nuova soluzione l'operatore è guidato da un sistema vocale, che man mano gli comunica in cuffia gli articoli da prelevare. Ad ogni collo è associato un codice numerico. A prelievo avvenuto il magazziniere comunica, pronunciandolo nel microfono, al sistema il codice e automaticamente l'articolo viene scaricato.

Implementazione a livello mondiale

A distanza di circa 12 mesi dalla messa a regime della prima tranche di voice picking, è stato registrato un incremento di produttività sensibile. Una crescita media del 30% circa, considerando il personale “liberato” dalle attività di picking per essere destinato ad altre mansioni. Considerando invece l'accresciuta velocità delle attività di prelievo il miglioramento delle performance si attesta attorno al 20%. “È stata registrata anche una drastica riduzione degli errori nella preparazione delle spedizioni, ma in questo momento non è ancora stato possibile stimare una cifra esatta -sottolinea Antonello Pro, responsabile Sistemi Informativi Decathlon per Italia e sud-est Europa-. Una volta testata l'affidabilità ed il vantaggio di lavorare con i terminali Workabout Pro G2 Speech in modalità voice, è stata decisa una graduale implementazione in tutti i depositi in quanto è volontà del gruppo mantenere il maggior grado possibile di omogeneità nello svolgimento delle diverse attività, indipendentemente da dove abbiano luogo”.
Il voice picking è destinato ad ampliarsi ulteriormente in Decathlon: in un magazzino francese si sta già testando una soluzione per il prelievo anche dei colli meno ingombranti, che se darà esiti positivi verrà importata anche in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome