Despar si rafforza in Puglia e Basilicata

Retail

Siglato l’accordo di integrazione industriale tra Ipa Sud s.p.a., con sede direzionale a Barletta (Bt), e Cannillo s.r.l. di Corato (Ba). Nasce così un nuovo soggetto della distribuzione organizzata del Mezzogiorno con un fatturato aggregato 2011 di 360 milioni di euro, 351 punti di vendita, divisi tra 78 diretti e 273 associati, per una superficie di vendita di circa 140.000 mq.

Motivi e prospettive dell'integrazione

“Il 2011 è stato un anno di cambiamenti organizzativi per raggiungere economie di scala e ridurre i costi -commenta Nicola Peschechera, presidente di Ipa Sud- e questa integrazione, con le conseguenti sinergie, produrrà risultati irraggiungibili in autonomia. Il nuovo gruppo conterà su rilevanti quote di mercato (9% in Puglia, 16% in Basilicata), integrando competenze e strutture di entrambe le società sui canali supermercato, franchising e cash & carry, basate su solide fondamenta in termini patrimoniali”. Nata nel 1931 ed entrata in Despar nel 1973, Ipa Sud è stata la prima azienda, nel territorio pugliese, a creare una catena di supermercati associati sotto un’unica insegna. Ipa Sud ha chiuso il 2011 con un aumento delle vendite dell’11%, raggiungendo 237 milioni di euro di giro d’affari.

 “Per noi si tratta di un salto dimensionale significativo e di un’ottima opportunità di sviluppo che non si basa sui numeri, ma sugli uomini -sottolinea Franco Cannillo, amministratore unico di Cannillo Srl-. La sfida alla guida di questo nuovo gruppo richiederà dedizione e impegno, ma sapere di poter contare sull’esperienza di Nicola Peschechera e sull’entusiasmo delle nuove generazioni, mi rende fiducioso e certo di poter centrare obiettivi ambiziosi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome