Despar s’impegna a protezione della filiera zucchero italiano

In un contesto nazionale che ha visto la progressiva chiusura degli zuccherifici, con una perdita di oltre l’80% della produzione italiana, Despar Italia ha scelto la collaborazione con Italia Zuccheri per il lancio del proprio zucchero “classico” a marchio. Una scelta che si lega alla volontà di garantire qualità, italianità e sostenibilità ambientale. Così Despar presenta il proprio zucchero “classico” a marchio puntando su una filiera di produzione al 100% nazionale.

L’iniziativa è frutto dell’accordo con la cooperativa Coprob, presente sul mercato con il marchio Italia Zuccheri, che è oggi l’unica filiera in questo settore totalmente italiana. Fondata nel 1962 a Minerbio, in provincia di Bologna, Coprob è composta da 25.000 agricoltori che seminano, coltivano e raccolgono le barbabietole su un’estensione complessiva di circa 32.000 ettari.

I vantaggi di questa scelta sono molteplici. Sotto il profilo sociale, la Cooperativa partner è una realtà significativa che dà lavoro, investe e distribuisce gli utili sul territorio. Dal punto di vista ambientale, invece, la coltura della barbabietola da zucchero, nell’ambito delle rotazioni in agricoltura, arricchisce il terreno e lo prepara a migliorare la qualità e le produzioni delle coltivazioni successive riducendo la necessità di input in termini di energia, prodotti fitosanitari e ingredienti nutrizionali.

Infine, la collaborazione con Coprob/Italia Zuccheri costituisce un sostegno economico al settore bieticolo-saccarifero italiano che in poco più di un decennio si è trovato ad essere quasi totalmente dipendente dalle importazioni, avendo perso oltre l’80% della produzione nazionale con la chiusura di 16 zuccherifici su 19.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome