ETHIC AWARD 2010 PREMIO PER UN FUTURO SOSTENIBILE

ethic 2010 logo
award


 


I VINCITORI


 


Vincitore Assoluto Ethic Award 2010

Pesca sostenibile: “Amo il pesce pescato all’amo” del  Gruppo Finiper


“Progetto di politica ambientale capace di sensibilizzare e far luce su un tema ancora “poco considerato” che coinvolge l’intera filiera del pesce, dalla produzione al consumo.


Prima tappa di un percorso di ampio respiro a salvaguardia della sostenibilità ambientale degli alimenti, in cui un autorevole retailer si assume la responsabilità di produttore.”


 


 Vincitori di area




“Processi Industriali”
La tecnologia Smart Grid di Indesit Company


Sofisticato know-how tecnologico al servizio dell’ambiente. Un passo concreto verso un vero sistema di gestione delle risorse energetiche e di riduzione degli sprechi. Un’ottima sperimentazione sui frigoriferi “intelligenti”, finalizzata alla gestione centrale dei consumi, per ottenere una distribuzione dell’energia puntuale e tempestiva.



“Greening”
Pesca sostenibile: “Amo il pesce pescato all’amo” di Finiper


“Progetto di politica ambientale capace di sensibilizzare e far luce su un tema ancora “poco considerato” che coinvolge l’intera filiera del pesce, dalla produzione al consumo.


Prima tappa di un percorso di ampio respiro a salvaguardia della sostenibilità ambientale degli alimenti, in cui un autorevole retailer si assume la responsabilità di produttore.”



“Retailer locale e territorio-comunità”
Mangiando si impara di Nordiconad  


Un importante progetto di educazione alimentare promosso da un retailer locale che ha saputo coniugare, nel suo territorio, business e sviluppo sostenibile con risultati a favore dell’ambiente e del sociale. Un percorso ludico formativo che si rivolge ai bambini delle elementari, consumatori di domani, con l’obiettivo di farli crescere consapevoli dell’importanza di un’alimentazione sostenibile.



“Il Consumatore”
Ecopremiati di Sadas, Despar


Progetto capace di interagire con il consumatore in modo forte, completo e coinvolgente. Un importante sforzo educativo implementato da un retailer locale attraverso una raccolta punti “sostenibile a tutto tondo”. Progetto dall’impatto ecologico uguale a zero, dai prodotti selezionati alla valorizzazione delle azioni sostenibili condotte dal consumatore, accompagnata da efficaci strumenti “educational”.



“Minoranze e Società”
Cucine ad elevata accessibilità di Ikea Italia Retail Progetto innovativo nato con l’intento di offrire un aiuto concreto a sostegno di una fascia che a livello nazionale non ha l’attenzione che merita. Un nuovo e “rispettoso” approccio al target dei disabili con l’offerta professionale di prodotti di arredo funzionali e di buon design ad un prezzo contenuto.



“Il Sud del Mondo” 
Africa milk project di
Granarolo 




Un progetto olistico a supporto dello sviluppo di una nazione, che risponde ad un nuovo modo di fare economia nei paesi del Sud.


Un valido esempio di social business capace di mettere a profitto gli sforzi dei piccoli allevatori locali coinvolti, che vede l’attività economica solidale alla base di un processo di crescita.


  
Ethic Award 2010 è sponsorizzato da
Barilla
Epta
Henkel
Procter&Gamble

con il patrocinio di
ADM
Indicod-Ecr


Il premio

Ethic Award, inaugurato nel 2002, vuole riconoscere, segnalare e premiare l’impegno che le imprese stanno dimostrando attraverso iniziative concrete in logica di “sviluppo sostenibile”, atte quindi ad un miglioramento della qualità della vita, dell’ambiente, del lavoro, delle relazioni sociali e della cultura.

per informazioni


REGOLAMENTO
 
Ethic Award è aperto alle imprese di retail, di beni di consumo, di servizi e di attrezzature che operano sul territorio nazionale.

La partecipazione è gratuita, le aziende che desiderano candidarsi sono invitate  ad inviare le proprie iniziative entro il 30 settembre 2010 compilando, per ogni iniziativa, la
“Scheda di partecipazione” , qui da scaricare o da richiedere alla Segreteria organizzativa del premio
ethicaward.gdoweek@businessmedia24.com

Saranno considerati solo i progetti realizzati nel periodo luglio 2009 – luglio 2010 e che rispondono alla filosofia del Premio che vede centrale “lo sviluppo per un futuro sostenibile” in tutte le sue declinazioni: etica, sociale, ambientale.





Le iniziative candidate troveranno spazio su tutti i media di GDOWEEK.

Selezione e contenuti dei premi

La selezione dei premi ha tenuto in considerazione gli aspetti di maggior criticità della società contemporanea e sui quali è ormai indispensabile investire, per un futuro non solo migliore, ma semplicemente possibile.

Otto sono i riconoscimenti di Ethic Award, di cui sette “Premi di Categoria”:

1 – Ethic Award 2010, 1° assoluto

2 – Premi di categoria
Premi “al miglior progetto” di:

1 Processi Industriali
Premio all’iniziativa che ha miglior risposto all’evoluzione e innovazione dei processi industriali in logica di impatto ambientale: risparmio energetico, razionalizzazione e gestione degli scarti etc.

2 Greening
Miglior progetto di ecoefficienza riferita alle soluzioni architettoniche, strutturali e gestionali realizzate in logica di sostenibilità al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale

3 Retailer Locale e territorio-comunità Miglior progetto capace di coniugare con la realtà locale in logica di partnership, l’insediamento del punto di vendita nel territorio

4 I giovani
Miglior progetto rivolto ai giovani in logica di stimolo e coinvolgimento con l’obiettivo di facilitarne l’ingresso nel mondo del lavoro

5 Il consumatore
Miglior progetto “educational” di coinvolgimento e sensibilizzazione a un “comportamento sostenibile” rivolto alle persone/consumatori all’interno e all’esterno dell’azienda

6 Minoranze e società
Miglior progetto di integrazione e facilitazione nella società contemporanea delle categorie definibili “minoranze”: extracomunitari, disabili, disoccupati

7 Il Sud del mondo
Miglior progetto di “sviluppo sostenibile” rivolto ai Paesi del Sud del Mondo.


La valutazione delle candidature è a carico della “Giuria degli Esperti” che si impegna a selezionare i progetti, valutarli, esprimere le loro preferenze e decretare i vincitori del 1.mo premio e dei sette premi di categoria.
La giura degli esperti è composta da autorevoli rappresentanti dell’Università, Ricerca, Ambiente, Associazioni no profit, Comunicazione (Giuria Ethic Award 2008).

Criteri di valutazione

I principali criteri di valutazione che saranno oggetto di un’attenta analisi da parte della giuria sono:
• In che misura l’iniziativa risponde agli obiettivi prefissati e con quali risultatI
• il grado di integrazione con i processi aziendali al proprio business, cosa dà al business, come lo migliora (in che misura l’iniziativa fa parte o è legata al business quotidiano dell’azienda)
• L’effetto in termini di employer branding, fidelizzazione attrazione di nuovi talenti
• Effetti sulla corporate e/o brand reputation
• il valore sociale creato
• la misura in cui l’azienda evidenzia l’impegno sociale con certificati e ‘report’ sociali/ambientali (attenzione : l’ottenimento di una certificazione è considerato esclusivamente un valore aggiunto, non un’iniziativa).
• il livello di innovazione e ripetibilità nel tempo dell’iniziativa.



Pubblica i tuoi commenti