Federdistribuzione: “Azioni più decise per rilanciare i consumi”

cobolli gigli 2014 Federdistribuzione
cobolli gigli 2014 Federdistribuzione
Retail

I dati Istat pubblicati ieri e relativi al mese di febbraio 2014 evidenziano una flessione rispetto allo stesso mese 2013: -1% le vendite al dettaglio alimentari, -1,2% non alimentare.
Dall’inizio dell’anno la flessione si attesta al -0,9% con l’alimentare a -0,7% e il non alimentare a -1,2%.

“I dati Istat testimoniano come anche nei primi mesi del 2014 la dinamica dei consumi sia stata negativa -commenta Giovanni Cobolli Gigli (in foto), Presidente di Federdistribuzione-. Il mese di febbraio si presenta infatti con il segno meno per tutte le tipologie di prodotto e, ad eccezione dei discount, per tutte le formule distributive”.



Agevolazioni sul reddito
“L’intervento del Governo sui redditi meno elevati è quindi importante per rilanciare la domanda interna. Il sostegno dei consumi è infatti condizione imprescindibile per la ripresa del Paese -continua Cobolli Gigli-. Il nostro auspicio è che l’Esecutivo faccia ogni sforzo per recuperare le risorse necessarie al varo di misure anche per le fasce di reddito e per i lavoratori non compresi nel perimetro individuato nel primo provvedimento, riuscendo in questo modo a gettare le basi per una reale ripresa dei consumi, che possa anche trarre beneficio dal rinnovato clima di fiducia che i consumatori stanno manifestando da un paio di mesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here