Gianni Cavalieri, nuovo presidente di Interdis

Retail

Gianni Cavalieri, nato a Ragusa il 26 ottobre 1955, laureato in Scienze economiche e bancarie presso l’Università degli Studi di Siena, è presidente di Ergon e amministratore unico Mdo. Ora viene nominato presidente Interdis.
La scelta del Cda riflette la decisione di dare continuità alle strategie innovative e pionieristiche da sempre portate avanti dal Gruppo, ma nel contempo vuole dare un forte segnale a tutta la business community di una repentina accelerazione rispetto a nuove politiche di insegna, di format e di marca commerciale.
“Nel 2011 Interdis proseguirà il proprio importante cammino con la medesima compagine sociale del 2010, ossia 26 imprese che presidiano ottimamente il territorio di riferimento. Imprese che ancora una volta hanno dimostrato nei rispettivi mercati la propria forza. Secondo gli ultimi dati della Nielsen (Like4Like 10000) il nostro gruppo infatti, tra oltre 20 retailers sul territorio nazionale, è al 6° posto, come performance complessiva del 2010 -afferma il neo presidente Gianni Cavalieri-. Inoltre, sono orgoglioso di ribadire come Interdis abbia ulteriormente rafforzato la credibilità di Centrale che mantiene tutte le promesse. Un Piano promozionale nazionale come il nostro rappresenta un fiore all’occhiello e tutta l’industria di marca ne è convinta testimone. Infine, il 2011 vedrà la marca commerciale Interdis giocare sempre più un ruolo da protagonista, inserita armoniosamente in assortimenti più essenziali e quindi più performanti”.



Ginni Cavalieri attualmente guida la Ergon consortile, primaria società che ha aggregato alcune aziende della moderna distribuzione e che si esprime
nel territorio con le insegne al dettaglio Alis, Ard, Dimeglio, Le Dune e nei Cash & Carry con l’insegna Altasfera: 140 unità di vendita, di cui 43 a gestione diretta e 96 in franchising. L’impresa controlla un fatturato di ca. 200 milioni ed occupa oltre 800 dipendenti.
Dalla fine degli anni 80 è stato Consigliere di amministrazione dapprima in Gigad quindi in Mdo ed infine Interdis.
Presidente di Ada, è tuttora delegato per la Sicilia di Federdistribuzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome