Igd, l’edificio preso di mira è a Milano, in Piazza Affari

In campo: Immobiliare

Novità in casa Igd spa,
l'Immobiliare grande distribuzione
cui Coop Adriatica
e Unicoop Tirreno hanno
conferito la proprietà dei loro
immobili. L'operazione di
conferimento a una società costituita ad hoc è stata a suo
tempo progettata per consentire
alle cooperative cedenti di
concentrarsi sul loro core business.
Non tutto il mondo
cooperativo segue questa strategia; Coop Estense, ad esempio,
ha preferito cedere i suoi
immobili a un fondo immobiliare,
l'Estense-grande distribuzione,
gestito da Bnl.

Gescom. Igd ha acquisito
tra l'altro il controllo di Gescom,
società che si occupa
della gestione dei centri commerciali
Coop; a partire dal
prossimo primo gennaio a
presiedere Gescom sarà Domenico
Pellicanò
, che ha confermato
a GDOWEEEK come
il progetto di quotare in
Borsa Igd ormai sia giunto a
una fase avanzata. “Contiamo
-dice Pellicanò- di perfezionare
l'operazione entro i primi
mesi del 2005. Lo scopo è
quello di raccogliere sul mercato
i capitali necessari ad ampliare
il nostro raggio d'azione,
anche al di fuori del mondo
cooperativo”. La quotazione,
già annunciata nella primavera
2003 (vedi GDOWEEK
275 pag 33) era stata poi rimandata
considerando le difficoltà
in cui versava il mercato
borsistico.

Portafoglio. In portafoglio
di Igd ci sono attualmente 8
centri commerciali (per 7 dei
quali possiede anche la galleria),
3 ipermercati e un supermercato.
I negozi in galleria
sono 323, cui si aggiungono 2
pdv singoli. La superficie
complessiva ammonta a
256.685. Le operazioni più
rilevanti compiute dall'inizio
del 2003 riguardano il conferimento
de Le porte di Napoli
di Afragola (valore 72,5 milioni
di euro), l'acquisto del centro
commerciale Casilino di
Roma (51,1 milioni di euro)
e, all'inizio di quest'anno, l'acquisizione
per oltre 66 milioni
di euro del centro Le fonti del
corallo di Livorno. Per finanziare
le operazioni è stata ceduta
la galleria del Centro Lame
di Bologna, con un ricavo
da 25,4 milioni di euro.

Risultati. L'esercizio 2003
di IGD si è chiuso con un fatturato
attestatosi a 29,9 milioni
di euro, in crescita del
25,43% rispetto al valore del
2002 ed un utile d'esercizio di
8,8 milioni di euro, con un incremento
del 76,17%. A livello
consolidato, il fatturato del
ha raggiunto un valore di oltre
44,8 milioni di euro con un
utile pari a 8,5 milioni di euro.
I dati della holding però
non sono confrontabili in
modo omogeneo perché tra i
due esercizi è avvenuta l'acquisizione
di Gescom.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome