Il 60% delle donne sa che un’alimentazione equilibrata è fondamentale

Consumi

La ricerca, svolta su 500 donne tra i 30 e i 60 anni, dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, O.N.Da con il supporto del Pastificio Rana evidenzia che il 60% delle donne è consapevole che un'alimentazione sana ed equilibrata è uno strumento cardine per la tutela e la prevenzione della salute. E fin qui niente di particolarmente sorprendente così come il fatto che il livello di sensibilità cresce in presenza dei figli. Più interessante invece è che a 2 donne su 3 è capitato di bocciare un prodotto dopo averne letto gli ingredienti o la tabella nutrizionale. Di queste in particolare il 38% è stata dissuasa dall'acquisto a causa dell'elevato contenuto di grassi o dalla presenza di grassi idrogenati, il 36% dalla presenza di conservanti, il 30% dai coloranti, il 10% dalla provenienza estera.

Educazione alimentare
Un altro punto chiave è la mancanza di educazione alimentare, 3 donne su 4 apprezzerebbero che si facesse ancora più informazione e magari in televisione (68%). “Un punto focale della ricerca -spiega il Michele Carrubaf, ordinario di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano e presidente della Società Italiana dell'Obesità- è che le donne chiedono una maggiore partecipazione all'educazione alimentare da parte della scuola. È assolutamente vero. Le Istituzioni devono adeguarsi con iniziative dedicate. A Milano, per esempio, con Milano Ristorazione, abbiamo ideato menù equilibrati e gustosi per i pasti nelle scuole, trasformando la refezione in un momento educativo".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome