Il Black Friday arriva anche in Italia

di Chiara Bertoletti

Il “Black Friday” made in Italy, pur non avendo ancora una portata lontanamente paragonabile a quello americano, sembra diventare anche per noi una crescente occasione di sfruttamento commerciale coinvolgendo diversi settori: dal “super gettonato” settore elettronico, passando per abbigliamento, alimentari, giocattoli e non solo. Ma vediamo qualche esempio.

Protagonisti del 28 novembre italiano sono i grandi marchi e, soprattutto, i relativi store on-line, dove è possibile trovare una serie di variegate iniziative promozionali, in alcuni casi avviatesi già a inizio settimana e valide fino al lunedì successivo, il cosiddetto “Cyber Monday”.
Nel reparto tecnologico spicca, ad esempio, Unieuro, che propone per la giornata uno sconto del 22% su tutti i prodotti disponibili (iPhone esclusi) con una spesa minima di 100 euro e consegna a domicilio. Offerte interessanti anche per Trony, che in omaggio al colore del proprio logo rinomina l’evento “Blue Friday”,  mentre Amazon propone una sezione ad hoc dove sono presenti anche “offerte lampo”, valide solitamente fino a un massimo di 4 ore.
Capi scontati in occasione della giornata anche per le grandi catene di abbigliamento quali Zara, Mango, H&M, Bershka, Desigual e Benetton, che fino al 30 novembre lancia uno sconto del 30% su tutta la propria collezione, valida esclusivamente per l’e-commerce. Aderenti infine all’iniziativa anche supermercati come Auchan, che oltre ai buoni spesa prevede un’apertura straordinaria dalle 8.30 alle 22.00.

1 COMMENTO

  1. I mercati più maturi – quali US e UK – forniscono degli spunti di riflessione sul fenomeno “Black Friday”, dove i retailer stanno facendo i conti con le sue conseguenze. La frenesia dei clienti, la crescita del numero di transazioni continueranno a conquistare i titoli dei giornali, ma i retailer devono essere pronti a gestire i picchi di ordini e di resi. Dall’ambiente omni-channel ci si aspetta l’eccellenza nell’evasione degli ordini e nella facilità dei resi, anche se molti acquisti continuano a non andare a buon fine all’ultimo momento – con le ricerche più recenti che evidenziano come 1 acquirente su 5 abbia riscontrato problemi con le consegne a domicilio derivanti da acquisti online negli ultimi 12 mesi. I prezzi vantaggiosi proposti durante il Black Friday e l’offerta ”fino a esaurimento scorte” incrementeranno senza dubbio il numero degli acquisti effettuati, con la conseguenza che i retailer si troveranno a gestire anche un elevato numero di resi nelle prossime settimane poiché i clienti ritorneranno la merce indesiderata. Quei retailer che riescono a bilanciare l’evasione degli ordini e i resi con un’attenzione alla profittabilità, saranno i veri vincitori del Black Friday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here