Il cibo è fresco? Con Osram ce lo dice lo smartphone

Azienda nota per i prodotti di illuminazione, Osram presenta la tecnologia che consente ai consumatori di utilizzare i loro smartphone per analizzare i dati nutrizionali, gli ingredienti e la freschezza degli alimenti. Sarà così possibile, per esempio, misurare le sostanze nutritive, il contenuto calorico e la freschezza degli alimenti con smartphone o dispositivi portatili che già misurano la frequenza cardiaca e la pulsossimetria (la saturazione di ossigeno nel sangue). La crescente attenzione alla salute e al benessere ha accelerato il mercato dei dispositivi wearable, consentendo a tutti di monitorare i propri segni vitali. Il passo successivo è quello di aiutare i consumatori attenti alla salute ad analizzare e monitorare gli ingredienti dei loro alimenti.

Come funziona?

Questa soluzione utilizza la spettroscopia vicino all’infrarosso basata sulla tecnologia LED (i cosiddetti NIRED) e funziona sfruttando l’assorbimento caratteristico della luce di alcuni composti molecolari. Se un definito spettro luminoso è diretto verso un campione, dalla distribuzione della lunghezza d'onda della luce riflessa è possibile determinare la presenza e la quantità di alcuni ingredienti. È possibile, ad esempio, misurare il contenuto di acqua, grassi, carboidrati, zuccheri o proteine degli alimenti. Questi dati forniscono un'indicazione di freschezza, qualità e contenuto calorico. Ogni molecola assorbe la luce a diverse lunghezze d'onda specifiche. Questo spettro di assorbimento è unico e agisce come un'impronta digitale per una particolare molecola.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome