Il Consiglio di Stato dà ragione a Esselunga

bernardo caprotti
bernardo caprotti
Retail

Nel comunicato diramato oggi Esselunga (nella foto Bernardo Caprotti, nume tutelare della prima catena nazionale della grande distribuzione per fatturato) esprime soddisfazione per la sentenza del Consiglio di Stato che conferma le avvenute infrazioni, da parte di Coop Estense, alla disciplina di tutela alla libera concorrenza.
Si chiude così una querelle legale e giurisprudenziale trascinatasi per almeno quattro anni. La sentenza del Consiglio di Stato corrobora e convalida i risultati dell'indagine dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) che aveva condannato Coop Estense, con provvedimento del 6 giugno 2012,  per violazioni della disciplina sulla concorrenza, poste in essere da Coop Estense a Modena e Vignola.



LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome