Il discount vara una strategia che punta alla qualità

di Chiara Bertoletti

Secondo i dati Istat, le famiglie che frequentano gli hard discount sarebbero salite al 14,4%. Se in tempi di crisi gli italiani scelgono con sempre maggiore frequenza di fare spesa nei discount, il discount risponde loro offrendo ai consumatori sempre più prodotti “di lusso” e qualità. È un cambio di strategia di relazione con il consumatore come confermato da diverse inziativi quali, per esempio, il concorso “Stelle in cucina” lanciato da Eurospin, la collaborazione con esperti del Gambero Rosso per Lidl. La qualità quindi non solo sullo scaffale ma anche nella comunicazione. Seguendo questa strada, hanno fatto il loro ingresso nei discount prodotti Dop, Doc e Igp. In un contesto come l'attuale, dove i consumatori si fanno sempre più attenti e meno fidelizzati, dove il risparmio regna sovrano, ma l’occhio resta aperto più sull’etichetta che sulla marca, non stupisce dunque che sugli scaffali dei discount appaiano prodotti biologici ed equosolidali, dall’eccellenza certificata e dal packaging più raffinato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here