Il settore “consumer products” cresce nel 2013

Top Brand

Nell'anno fiscale 2013* le vendite dei 250 più grandi produttori di beni di consumo a livello mondiale hanno continuato a crescere superando i 3.130 miliardi di dollari (+0,4% rispetto all'anno precedente).
È quanto emerge dal nuovo studio “Global Powers of Consumer Products 2014” pubblicato da Deloitte Touche Tohmatsu Limited.

L'indagine, che stila la classifica mondiale sulla base delle vendite delle società produttrici di beni di consumo, ha inoltre rilevato come l'esercizio fiscale 2013 sia stato un anno positivo per circa l'80% dei Top 250 produttori di beni di consumo.
Il report fornisce anche un “outlook” della situazione economica globale, un'analisi della capitalizzazione del mercato e uno sguardo alle attività di M&A nel settore dei beni di consumo.



Samsung conferma la leadership

Per il sesto anno consecutivo, Samsung si conferma leader indiscusso della classifica dall'alto dei suoi 178 miliardi di dollari di fatturato, con una crescita del 22% rispetto all'anno precedente.
Apple mantiene performance estremamente positive, con una crescita dei ricavi del 44,6% e si consolida al secondo posto davanti a Nestlé che scavalca Panasonic. Crescita a doppia cifra anche per Unilever che scavalca PepsiCo e raggiunge il settimo posto. 

Le prime 10 aziende produttrici di beni di consumo al mondo

Sei i gruppi italiani

Anche quest'anno sono sei i gruppi italiani che rientrano nella Top 250 mondiale: insieme hanno generato 39,1 miliardi di dollari nell'esercizio fiscale 2013 (+ 8% rispetto all'anno precedente).
Vengono dunque confermate Ferrero, Luxottica, Pirelli, Barilla, Indesit e Perfetti Van Melle.

Delle italiane nella Top250, la migliore in termini di performance di vendite è stata Ferrero (+8%) che guadagna due posizioni in classifica.
Ferrero, si conferma al primo posto fra i gruppi italiani, piazzandosi all'84° posto, con oltre 10 miliardi di dollari di ricavi.

Le performance positive delle italiane sono state confermate anche da Pirelli, Barilla e Indesit il cui fatturato del 2012 è cresciuto rispettivamente del 7,4%, dello 0,6% e del 2,1% nonostante negli ultimi 5 anni il tasso di crescita medio presenti segni negativi.

Chiude il gruppo delle italiane Perfetti Van Melle che con un fatturato in crescita del 5% supera i 3 miliardi di dollari di ricavi diventando la seconda migliore delle italiane in termini di incremento degli utili netti negli ultimi 5 anni, con una crescita del 6,3%.

Le aziende italiane produttrici di beni di consumo in classifica

* comprende tutti gli esercizi fiscali che si sono conclusi entro il 30 giugno 2013

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome