Inaugura a Matera la bottega-museo di Amaro Lucano

Lucano la Bottega 2In via del Corso 52 a Matera ha aperto Lucano, La Bottega, lo spazio fortemente voluto dalla famiglia Vena, i discendenti di Pasquale Vena, il “Cavaliere” che 122 anni fa nel borgo di Pisticci, a pochi chilometri da Matera, creò il celebre Amaro Lucano e quella stessa azienda che ne continua ancora oggi la meticolosa produzione.



La bottega è concepita per essere prima di tutto una “porta” alla scoperta di qualcosa in più su Matera, per accogliere i tanti turisti che la visiteranno come “Capitale Europea della Cultura 2019”, ma anche un piccolo museo dell’orgoglio lucano e naturalmente un vero assaggio del gusto della Basilicata.

Si tratta di uno spazio di 60 metri quadri incastonati in un palazzo storico del centro a pochi metri dai Sassi. “Sarebbe molto riduttivo pensare a questo spazio come un luogo dedicato a un solo prodotto - spiega Pasquale Vena, nipote del fondatore e attuale presidente di Lucano 1894 capofila del Gruppo. Attraverso Amaro Lucano vogliamo parlare della nostra terra e trasformare La Bottega in un biglietto da visita per l’intera Regione. Siamo un angolo d’Italia ricco di peculiarità, ma ancora poco conosciuto, è importante che chi vi giunge riesca a coglierne la bellezza anche nel tempo di una breve esperienza.

Lucano la Bottega 3Un intento reso evidente dall’allestimento della Bottega dove le tipicità lucane non mancano: dal rivestimento realizzato con gli “embrici”, le tipiche tegole di Pisticci, alla cartina della Basilicata incisa su legno e risalente allo stesso anno di fondazione dell’azienda, fino alla collezione di “albarelli”, vasi da farmacia dove vengono custodite le erbe e le essenze, che compongono il celebre Amaro. In uno di essi, contrassegnato con un punto interrogativo, anche il misterioso ingrediente segreto che rende unico l'Amaro Lucano. Anzi proprio le erbe saranno parte di un percorso sensoriale che avvicinerà i visitatori al prodotto. Si potranno odorare, toccare e riconoscere sotto la guida di esperti.

“Ci piacerebbe che anche gli stessi Lucani riscoprissero attraverso gli oggetti, i ricordi e i racconti qui custoditi un pezzo della loro storia – precisa Rosistella Provinzano, direttore generale di Gruppo Lucano - anche se tutti qui conoscono Amaro Lucano, molti ignorano che l’idea originale del Cavalier Vena di creare un liquore che portasse ovunque i profumi e i sapori della Lucania è oggi realtà. L'Amaro Lucano è diventato un must, dagli USA alla Cina. Tutto questo senza cambiare la ricetta, ma creando una nuova cultura del bere. Vogliamo che ne siano orgogliosi”.

Molto spazio è dedicato ai ricordi di casa Vena: pubblicità d’antan, premi, lettere (inclusa quella con cui Casa Savoia ordina bottiglie di Lucano al Cavalier Vena). Ce n’è abbastanza per creare un museo. Ed è probabilmente quello che accadrà prima del 2019. “Lucano, La Bottega fa parte di un progetto molto ampio con cui abbiamo rinnovato l’immagine di Amaro Lucano traendo la forza proprio dal nostro essere azienda familiare con forti radici sul territorio - dichiara Francesco Vena, membro della famiglia e ideatore del progetto. Ne abbiamo fatto un prodotto apprezzato nei locali di tutto il mondo grazie a importanti collaborazioni con bartender internazionali di altissimo profilo, ampliato le referenze con nuovi prodotti e acquisizioni che hanno trasformato il Gruppo Lucano in uno dei principali player del settore spirits in Italia. Ora è il momento di invitare il Mondo a vedere dove nasce tutto questo.” Intanto tra i tanti pezzi già presenti nella Bottega c’è persino il divano originale di Pasquale Vena. Basta accomodarsi e sorseggiare un buon drink per sentirsi a casa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome