La priorità di Unieuro: ristrutturare la rete e crescere

Retail

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti in quest’ultimo anno, nel quale, a parità di rete, da giugno 2009 a maggio di 2010, abbiamo registrato un incremento del 5,1%, superiore alle performance del mercato. Si tratta di numeri che premiano i nostri sforzi, anche se sappiamo che c’è ancora molto da fare”, precisa Mario Maiocchi, Ad di UniEuro.

Le priorità del gruppo, infatti, si basano su quattro pilastri:

  • continuare l’evoluzione della proposta commerciale già in atto
  • lavorare sull’implementazione del format definito a Roma Muratella, focalizzato sulla presenza di Pc City e di shop-in-shop di fornitori, di aree emozionali e di una comunicazione a scaffale impattante, esplicative delle caratteristiche d'uso dei diversi prodotti
  • risolvere le criticità di alcuni store sottoperformanti
  • sviluppare ulteriormente la rete di vendita, tema della convention che si terrà nei prossimi giorni a Milano

La riqualificazione della rete, in particolare, passa per l’ottimizzazione delle performance degli store già ristrutturati secondo il nuovo format, il trasferimento di pdv sottoperformanti verso location più impattati e il l’ampliamento della rete grazie all’apertura di nuovi store.

Nei prossimi 5 anni, infatti, sono previsti sia 5-10 megastore (3-5.000 mq nelle grandi città) sia di 13-45 superstore (1.800-2.500 mq). Nell’ottica di rafforzare la rete, non sono escluse, come opzione strategica, anche eventuali acquisizioni.

Le iniziative 2010

Entro l’anno è prevista l’apertura di 2 nuovi outlet, dopo l’esperienza positiva di Marcon (Ve) lo scorso anno, mentre ai primi di settembre sarà aperto uno spazio UniEuro di 80 mq all’interno del Design Supermarket di Rinascente Duomo a Milano.

Positivo anche il bilancio dei primi mesi di partecipazione nel circuito Nectar, considerata una partnership strategica soprattutto a livello di profilazione del consumatore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here