McArthurGlen va…sull’ali dello shopping turistico

Retail

Risultati soddisfacenti per McArthurGlen, leader nei Designer Factory Outlet, con 5 centri in Italia (Serravalle, Barberino, Noventa, Castelromano e Caserta: totale 763 negozi) che con un fatturato di 917 milioni di euro previsti per fine 2013 si avvia ad archiviare l’anno con un incremento del 14,6% rispetto al 2012. Roberto Meneghesso (foto), country manager Italy and regional operation director Sud Europa, è apparso contento, pur non negando il difficile contesto in cui si muove il retail in generale, frenato da una forte impasse dei consumi, dalla quale gli operatori come McArthurGlen escono anche grazie al contributo dei turisti extra Ue, russi e cinesi in prima fila.


Il salvagente dei turisti
“Oggi i clienti che acquistano in regime tax free –spiega Meneghesso –rappresentano il 18,8% del nostro fatturato. Parliamo di turisti che vengono da paesi come Russia, Cina, Corea del Sud, Azerbaigian. In particolare, i turisti provenienti dall’est (Federazione Russa, Ucraina, Kazakistan) sono il 51% del totale, seguiti dalle nazionalità dell’estremo oriente (Cina, Corea del Sud, Malesia, Singapore) che pesano il 23% ma hanno una spesa media più alta, 500 euro a testa”. 

Il contributo dei turisti allo sviluppo dei fatturati McArthurGlen nel triennio 2010-2013 è addirittura superiore alla componente delle nuove aperture: basta raffrontare lo scontrino medio totale (49,57 euro) con quanto spendono mediamente russi e visitatori dell’estremo oriente (rispettivamente 400 e 500 euro) per capire l’importanza di proseguire nel marketing turistico, un filone sul quale McArthurGlen intende, ovviamente, insistere attraverso reclutamento e formazione del personale: per quest'ultima voce l'investimento ammonta a 1 milione di euro all’anno.
Un avera e propria Retail Academy per la formazione del personale composta da 18 corsi che nel 2013 ha coinvolto 4.984 partecipanti per 577 sessioni d'aula.

Target diviso equamente tra Fit e Gruppi
“I profili del target turismo sono principalmente due –ricorda Meneghesso –i Fit (Full individual traveller) che vengono reclutati in Italia attraverso promotori che operano nei circuiti della ricezione (alberghi) e i gruppi, che sono invece contattati da personale nostro ma operante nelle città estere di provenienza dei visitatori”.

Nel 2013 McArthurGlen ha investito più di 80 milioni di euro per gli ampliamenti di Castelromano e di Barberino che oggi offrono 71 negozi in più. Il prossimo progetto sarà l’ampliamento della Reggia Designer Outlet a Marcianise che ha anche registrato il maggior boom di turisti extra Ue (+72%).

Serravalle leader di fatturato
Per quanto riguarda la crescita like-for-like (parità di perimetro), McArthurGlen sembra meno propensa, rispetto ad alcuni anni fa, a fornire un dato preciso: “Viaggiamo su incrementi a parità tra 2 e 3% -precisa Meneghesso – ma è molto difficile fare stime perché le variabili sono troppe: per esempio, abbiamo diversi contratti di locazione in scadenza e questo può creare notevoli differenze nel fatturato (e nel relativo valore di locazione) tra operatore ed operatore”.
Serravalle Designer Outlet, il primo aperto da McArthurGlen in Italia, tredici anni fa, continua ad essere l’ammiraglia del gruppo: rappresenta il 30% del fatturato complessivo, con 5 milioni di visitatori nel 2013.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here