Mercato Metropolitano apre a Torino

Mercato Metropolitano Torino

“Il buon cibo italiano non è un lusso”. È il claim che caratterizza Mercato Metropolitano, che dal 12 dicembre è anche a Torino, realizzato nello storico edificio ottocentesco di Porta Susa. Mercato Metropolitano è concepito come un luogo dove incontrarsi, passare del tempo in compagnia, comprare e degustare una grande varietà di prodotti tipici, dalle materie prime alla gastronomia. L’idea nasce da Andrea Rasca, imprenditore specializzato in “food diplomacy" ed internazionalizzazione, che dopo anni di permanenza all’estero ha voluto portare in Italia un modello di mercato già presente nelle principali città europee.



Caratteristiche e offerta di Mercato Metropolitano. Il nuovo spazio, aperto tutti i giorni, si estende su una superficie di 2.500 mq, propone un ambiente dinamico e conviviale, con le botteghe del gusto e oltre 600 posti a sedere. Tra le tante Mercato Metropolitano Torinoproposte, i visitatori troveranno la pizza del nord est nelle proposte di Gabin, la focaccia ligure di Nonna Armida, rigorosamente con lievito madre, tutti i tipi di carne dai brasati agli stufati, il BBQ, il galletto e i burger gourmet di Hambistrò, la polenta, i risotti e la pasta fresca, il fritto di pesce di Freetto, gli okonomyaki (cucina tipica di Osaka) di Maido, i dolci di Pasti Cheri, l'enoteca, i salumi e i formaggi italiani con le varie specialità della tradizione di L'Agricola, per chiudere con la caffetteria che si trasforma in cocktail bar alla sera con That's Food – Cocktail&Tartare. Nel market il Piemonte è rappresentato da varie realtà del territorio: tra gli altri anche Ortopaolo per l’ortofrutta, San Michele per la birra, Barbero per i dolci, Michelis per la pasta, Delper per il pane, Altalanga Azienda Agricola per le nocciole, Azienda Agricola Quota 1116 per il miele.

La collaborazione con Created. Il progetto vede il coinvolgimento di Intesa Sanpaolo attraverso il sito di e-commerce del Gruppo www.createdinitalia.com. A Torino Mercato Metropolitano e Intesa Sanpaolo collaboreranno per individuare aziende che hanno una storia da raccontare, una tradizione familiare, un successo di prodotto o rappresentano una tipicità locale. L’obiettivo è creare un circuito virtuoso che possa far emergere e crescere iniziative di qualità. Un sistema che Intesa Sanpaolo ha rodato nelle ultime settimane con Innovation Express. Sono così emerse 1.600 realtà d’eccellenza, tra cui quattro finalisti, scelti da una giuria guidata da Andrea Rasca, che saranno i primi a essere supportati dall’Innovation Center del Gruppo in un percorso di innovazione del business.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome