Mercatone Uno, comincia il rilancio sull’onda Shernon

A traghettare Mercatone Uno nel nuovo corso della sua storia commerciale e retail, sarà Shernon Holding Srl, che ha da poco (quest’estate) acquisito 55 punti di vendita a insegna Mercatone Uno dislocati in tutta Italia, insieme alla sede direzionale di Imola e alla piattaforma logistica di oltre 50.000 mq, a San Giorgio di Piano-Bo.

Un’acquisizione da 25 milioni di euro, che ha fatto uscire questo storico marchio dell’arredamento e degli accessori dal lungo e complicato periodo legato al commissariamento statale. La nuova proprietà si impegna a mantenere in organico gli attuali 1.885 dipendenti.

"Abbiamo bisogno dell'esperienza e dell’entusiasmo ritrovato dei nostri dipendenti, che sono il vero patrimonio aziendale –aggiunge Valdero Rigoni, Ceo di Shernon Holding- anche perché abbiamo tutta l’intenzione di rilanciare il marchio, migliorandone l’offerta e il posizionamento, adattandoli ai nuovi stili di vita e di consumo. Abbiamo acquisito Mercatone Uno nell’anno in cui il marchio celebra il suo 35° anniversario e vogliamo che questo compleanno diventi il trampolino di lancio verso una rinnovata posizione di leadership nel mercato nazionale”.

Ricordiamo che già durante la gestione straordinaria dei tre Commissari, Gaetano Gasperini aveva realizzato un profondo restyling nel concept e nell'offerta dei negozi Mercatone Uno, con focus soprattutto su prodotto e layout dei punti di vendita.

Valdero Rigoni (foto di Massimo Paolone)

L’obiettivo di Shernon Holding è il raddoppio del fatturato in 4 anni,per portarlo a 500 milioni di euro da qui al 2022.

Il piano di rilancio prevede, fra l’altro, il ridisegno e la riallestimento generale (refitting) di tutti i punti di vendita che diventeranno sempre più "experience store": ossia "luoghi capaci di suggerire idee, offrire spazi di socialità, esperienze utili per imparare e farsi ispirare" precisa Rigoni. Spazio, dunque, a masterclass di cucina, con noti chef del mondo televisivo, e corsi per fai-da-te; angoli riservati alle famiglie, con corner a misura di bambino, ma anche rinnovata attenzione per i single e i nuovi modi di vivere la casa.

Poi ci sarà il potenziamento delle vendite on line. Nel 2016 l’eCommerce in Italia ha chiuso con un +48%, ed è proprio nell’arredamento che si presentano i margini di sviluppo più ampi, se si considera che in Italia l’eCommerce incide per il 3% del totale, contro il 25% dell’Inghilterra.

La nuova filosofia di Mercatone Uno è quella di mantenere la tradizionale convenienza, combinandola a nuova cura estetica nel design dei negozi, maggiore qualità dei prodotti, semplificazione dei servizi offerti ai clienti con incremento del post vendita.

Il nuovo catalogo (oltre 5 milioni di copie nelle case degli italiani) sarà una vetrina che anticipa molte delle trasformazioni annunciate, a partire dall’ assortimento con prodotti acquistabili sul doppio canale (offline e online).

 "Sicurezza nel prezzo e nella qualità, posizionamento chiaro, semplificazione dell’acquisto fino al post vendita, attrattività. Vogliamo convincere i clienti -prosegue Rigoni- ad abbandonare lo schermo del pc e visitare un punto di vendita creando un’esperienza retail moderna. In questo senso, il potenziale fornito dai circa 600.000 mq di Gla (superficie totale dei 55 punti di vendita, di cui circa 250.000 mq di magazzini) ci permettono di essere estremamente flessibili, nelle scelte dei partner e delle categorie merceologiche.

Valdero Rigoni, uno dei due soci fondatori di Shernon Holding, ha un’esperienza ventennale nell’arredamento e nella commercializzazione di arredo/design italiano in tutta Europa. L’altro socio, Michael C. Thalmann, è amministratore delegato di Aran Asset Management SA. Siede nel cda anche Massimo D’Aiuto, fino al 2015 amministratore delegato di Simest.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome