Metro nel primo semestre cresce come vendite ma con margine in rosso

Metro logo
Retail

Pur essendo in corso un piano di ristrutturazione, Metro Group ha annunciato una perdita netta di 110 milioni di euro nel primo semestre del corrente esercizio, chiuso al 30 giugno 2012, contro i 54 milioni di euro di margine positivo nel corrispondente periodo del 2011. Del resto le vendite degli asset di Real, Galeria Kaufhof e della divisione immobiliare questi sono serviti a compensare gli investimenti fatti nei servizi ai clienti e nel mantenimento prezzi. E in più i gioielli di famiglia, Metro Cash & Carry e Media Saturn, hanno registrato un calo significativo degli utili.

Aspetto positivo: l’aumento delle vendite
Positiva invece la crescita realizzata nel primo semestre pari al 2%, posizionandosi a 31,5 miliardi
di euro, a fronte di
un aumento di 28 pdv superiore di 8 pdv alle +20 unità nello stesso periodo 2011.

Sebbene questi numeri comporteranno sicuramente l’attivazione di ulteriori iniziative di ristrutturazione, il management Metro, per il secondo semestre, sembra puntare molto alla conferma del tasso di crescita del primo semestre. Infatti il Ceo Olaf Koch ha dichiarato “Stiamo vedendo i primi effetti positivi sui margini derivanti dall’applicazione della nostra strategia sulla crescita sostenibile e restiamo perciò convinti che si possa raggiungere un Ebit a livello simile all’anno precedente.” (fonte: Planet Retail)

Informazioni su Ugo Stella

Sono un giornalista cui piacciono i punti di vista originali e un po' fuori dal coro, dove si possa trovare qualcosa di nuovo e stimolante. Attento alla tendenze di consumo, mi considero un foodie sempre alla ricerca di novità in campo alimentare, arrivino dalla produzione o dalla tradizione.

Pubblica i tuoi pensieri