Mosca è sempre la città più cara del mondo

Analisi

Il boom dell'economia russa trova un'indiretta conferma nei risultati dell'ultima indagine Mercer sul costo della vita 2008 nelle maggiori città del mondo. Mosca, infatti, per il terzo anno consecutivo rimane saldamente in testa alla classifica come città più cara per gli stranieri. A base 100 c'è New York, che si pone al 22esimo posto tra le 143 metropoli considerate, mentre la capitale russa tocca quota 142,4 con una crescita di nove punti rispetto a quelli conseguiti nel 2007.
Il risultato è tanto più indicativo considerando la debolezza del dollaro: fino a qualche anno fa, l'economia russa era basata sostanzialmente sul biglietto verde. Oggi, invece, i crescenti investimenti in area continentale e la vendita di risorse naturali ai paesi europei, fanno sì che i prezzi russi siano sempre più legati all'euro.

Milano e Roma salgono in graduatoria
Molto staccata, a quota 127, troviamo al secondo posto Tokyo, mentre la terza piazza è occupata da Londra, divenuta una capitale finanziaria ancora più importante da quando l'economia si è globalizzata. Per quanto riguarda l'Italia, le due città presenti in graduatoria, Milano e Roma, occupano rispettivamente il decimo e 16esimo posto, guadagnando entrambe posizioni (una la città lombarda, due la capitale). In particolare, Roma oggi costa il 3% più di New York mentre lo scorso anno era sotto di due punti. Utilizzata dalle aziende multinazionali e dai governi di tutto il mondo per determinare le indennità salariali dei loro dipendenti espatriati, l'indagine Mercer copre 143 città in sei continenti, confrontando il costo di oltre 200 articoli in ogni città, compresi alloggi, trasporti, cibo, abbigliamento, prodotti per la casa e il tempo libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here