Narrare il Made in Italy: cosa fa Auchan

Retail

Cosa fare per valorizzare il Made in Italy? Come narrare i prodotti, le loro caratteristiche, le specificità? Questo il tema al centro del dibattito nel convegno La distribuzione come strumento di narrazione del Made in Italy agli italiani e all'estero, che ha visto la partecipazione di Oscar Farinetti, presidente di Eataly, Christian Iperti, direttore generale di Auchan Italia, Marco Pedroni, presidente di Coop Italia, e Roberto Burdese, presidente di Slow Food, hanno parlato, a Roma, del valore dei cibi di qualità e della loro presenza sempre più ampia nei diversi pdv.

Partnership Auchan Eataly
L'evento è stato anche l'occasione per ufficializzare la partnership di Eataly e Auchan, che da pochi mesi propone nei suoi 50 ipermercati presenti in 12 regioni italiane, una selezione di prodotti Eataly -pasta, sughi, olio extravergine d'oliva- oltre alla linea Vino Libero. Molti prodotti ricercati e di qualità che diventano alla portata di tutti i consumatori italiani, grazie alla presenza degli ipermercati Auchan. “Crediamo in questo progetto perché crediamo nella qualità e tipicità del Made in Italy -ha dichiarato Christian Iperti, direttore generale di Auchan Italia-. Da sempre, siamo impegnati nella sua valorizzazione, collaborando con le PMI italiane, che rappresentano il 30% dei nostri fornitori, esportando ogni anno circa 750 prodotti locali in 13 Paesi del Gruppo e promuovendo sui nostri scaffali, oltre alla convenienza, una reale democratizzazione di prodotti ricercati e di qualità.”

Gli obiettivi di Slow Food

“Ventotto anni di storia, esperienze, confronto e lavoro con i produttori di tutti i territori d'Italia ci hanno consegnato una profonda conoscenza del tema Made in Italy e di come esso possa essere narrato senza tradirne l'essenza -ha aggiunto Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia-. È un lavoro che abbiamo iniziato dal 2009 con il progetto dell'etichetta narrante che stiamo sperimentando con i Presidi Slow Food, ma stiamo anche provando ad estenderlo ad alcune altre realtà produttive come Alce Nero”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome