È in leggero calo (1,61 miliardi di euro vs 1,62 del 2015) il fatturato 2016 di Nordiconad, uno dei poli territoriali-commerciali più importanti del mondo Conad, che copre sostanzialmente l'Area 1 Nielsen (Piemonte e Liguria in primis), ma aumentano in compenso l’utile netto di esercizio che sale a 27 milioni di euro (+24,4% sul 2015) sia il patrimonio netto del Gruppo, pari a 253,7 milioni (+7,9% sul 2015).
La rete si è rafforzata arrivando a 480 punti di vendita (erano 469 nel 2015), 25 parafarmacie, 10 distributori di carburanti. Gli addetti sono 6.657 addetti, in lievissimo, impercettibile (+0,32%) aumento sul 2015.

Efficienza energetica in 4 negozi su 10
Nel 2016 Nordiconad ha inaugurato 3 nuovi punti di vendita per una superficie totale di 3.600 mq e un investimento di 6,1 milioni di euro. Altri 8,2 milioni di euro sono serviti alla ristrutturazione integrale di 12 punti di vendita, mentre in altri 161 sono stati realizzati interventi per migliorare l’efficienza energetica. Che rimane uno degli obiettivi in testa alla priority list: "Attraverso l’introduzione di sistemi di telecontrollo dei consumi, il rinnovamento degli impianti di refrigerazione e dei corpi illuminanti con tecnologia led, abbiamo ridotto non poco i consumi di energia elettrica (-3,9%) rispetto al 2015 –precisa Alessandro Beretta, direttore generale di Nordiconad –. Un impegno che proseguirà nel 2017 arrivando a coinvolgere il 40% della rete".

Alessandro Beretta, Nordiconad

Nuovo format  per gli animali domestici
Fra le principali innovazioni distributive che hanno caratterizzato il 2016 di Nordiconad spicca l’apertura dei 3 Pet Store Conad, negozi specializzati nei prodotti e accessori per cura degli animali, che offrono tutte le principali referenze di marca unite alla garanzia di qualità, sicurezza e convenienza promesse dalla linea firmata Conad.
Il 2016 di Nordiconad si è distinto anche per il consolidamento della quota di mercato dei prodotti a marchio Conad  (1 prodotto venduto su 3 è riconducibile alla private label) e delle attività commerciali non food con effetti benefici per il portafoglio -già mediamente miscio, come dicono a Genova - dei consumatori italiani.

Servizi extra-alimentari: dai carburanti alle polizze
E a proposito di risparmi per i consumatori, i 10 distributori di carburante facenti capo alle cooperative Nordiconad hanno erogato, nel 2016, 82,5 milioni di litri di carburante (+7% sul 2015) generando un risparmio complessivo per gli utenti finali pari a oltre 10,2 milioni di euro rispetto al prezzo medio praticato dalle insegne concorrenti.
Le vendite nelle 25 parafarmacie Nordiconad hanno messo a segno un incremento double-digit del +34,7% nel canale supermercati e del +7,8% negli ipermercati: i clienti hanno risparmiato circa 2,1 milioni di euro.
Infine, Conad Servizi Assicurativi, rafforzati da nuove coperture sanitarie, vita e animali domestici, hanno venduto nel 2016 oltre 92.000 polizze (83.000 nel 2015), con premio medio pagato dai clienti inferiore del 10,6% rispetto all’annualità precedente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here