PAC 2000A Conad, fatturato 2013 in crescita del 3%

Danilo Toppetti pac 2000A
Danilo Toppetti pac 2000A
Retail

Gruppo PAC 2000A Conad ha chiuso il bilancio 2013 con un fatturato di 2.497 milioni di euro, +3% rispetto al 2012, utile netto di 63 milioni di euro e un patrimonio di 469 milioni di euro. Il gruppo di Ponte Felcino (Perugia) rafforza la posizione di leader di mercato in tutte le regioni in cui opera (Umbria, Lazio, Campania e Calabria) confermandosi tra i gruppi distributivi leader nell'intero Centro-Sud Italia.

"La crisi generale non è alle spalle"
“Risultati positivi - commenta Danilo Toppetti (foto), direttore generale di PAC 2000A Conad - anche se non possiamo dire di avere la crisi alle spalle: semmai si può affermare che il trend negativo incomincia ad attenuarsi. Ci misuriamo con una crisi strutturale e una domanda interna sempre in diminuzione. Spetta alle imprese mettere in campo nuove capacità imprenditoriali, promuovere innovazione, essere dinamiche. Al Governo chiediamo di eliminare i tanti vincoli che limitano la crescita, rilanciare gli investimenti produttivi e ridare fiato alle finanze degli enti locali”.

La rete di vendita
Il Gruppo ha una rete di 1.122 punti di vendita per una superficie complessiva di 612.478 mq: il nucleo forte della rete è costituito dalle piccole e medie superfici (361 Conad, 222 Conad City, 297 Margherita Conad) cui si affiancano 180 discount Todis, 5 ipermercati, e 57 Conad Superstore.
Nelle attività del Gruppo sono occupate 13.608 persone, lo 0,9% in più rispetto al 2012.

La quota di mercato complessiva è salita al 20,6%, 0,6 punti percentuali in più rispetto al 2012 (fonte: Guida Nielsen Largo Consumo, II semestre 2013).

Incremento a due cifre per la marca Conad
Buoni i risultati ottenuti dalla marca Conad: le vendite (+17% in volume) salgono a 284,6 milioni di euro (+11,1% rispetto al 2012) con 2.858 prodotti leader di mercato nel 43% delle categorie in cui competono.

Promozioni in aumento
Un terzo circa del fatturato (31,6%) è riconducibile alle promozioni, con punte più alte al Sud, in Campania (35,1%) e Calabria (34,1%).
Le iniziative locali hanno integrato quelle nazionali, generando un risparmio per i clienti pari a oltre 600 milioni di euro, con particolare successo di Bassi&Fissi, operazione nella quale Conad ha investito 250 milioni di euro.

Con il sistema delle economie territoriali (1.968 i fornitori locali) il Gruppo ha sviluppato un fatturato complessivo di 763,6 milioni di euro.

Convenienza Conad sul carburante
Interessanti anche i risultati sul versante dei nuovi servizi. I cinque distributori di carburanti Conad in attività hanno permesso agli automobilisti un risparmio di oltre 6 milioni di euro con uno sconto di 9 centesimi di euro al litro nonostante l'aumento delle accise e il passaggio dell'Iva al 22 per cento.
Anche le 10 parafarmacie hanno contribuito alla convenienza degli acquisti che si aggira tra il 20 e il 30% sui farmaci da banco rispetto al canale tradizionale.

Investimenti
Chiuso il 2013 con 10.110 mq di ristrutturazioni e 43.043 mq tra nuove realizzazioni e acquisizioni, per un totale di 44 aperture, il piano finanziario di sviluppo triennale prevede investimenti che porteranno il gruppo distributivo a superare i 3 miliardi di euro di fatturato, ad elaborare una nuova strategia di posizionamento per l'insegna Todis e all'apertura, entro fine 2014, del nuovo ipermercato a Perugia-Corciano (5.000 mq di superficie e 200 nuovi posti di lavoro, oltre i 300 dell'indotto).

Attività sociali
Anche nel 2013 PAC 2000A Conad ha sostenuto le comunità nelle quali operano i soci: l'investimento in attività sociali, sportive e culturali ammonta a 1,5 milioni di euro; 230.000 euro, invece, il controvalore che la cooperativa ha riservato alla redistribuzione di eccedenze alimentari nel corso dell'anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here