Per Cushman & Wakefield è Londra la migliore capitale del business

Retail

Londra è la città europea migliore per fare affari, seguita da Parigi e Francoforte, Mosca è invece la capitale preferita dalle società intenzionate ad espandere il loro business. Sono i risultati più importanti emersi dal 21esimo rapporto annuale European Cities Monitor, realizzato da Cushman & Wakefield. Lo studio si basa si basa su colloqui condotti annualmente intervistando i senior manager e i membri del consiglio di amministrazione incaricati della scelta delle location delle 500 più importanti società europee operanti in differenti settori. Dall'elaborazione dei risultati, che analizzano 36 città del Continente, viene stilata una classifica globale che indica quale sia la migliore città d'affari europea e quale sia la migliore città europea nella quale aprire una nuova sede.


Milano e Roma in calo
Oltre alla classifica generale, le 36 città sono state classificate in base a numerosi criteri tra cui la qualità della vita, l'accesso ai mercati, la disponibilità di personale qualificato, il costo degli spazi uso ufficio, le telecomunicazioni e l'accessibilità con i mezzo di trasporto.
I quattro fattori decisivi nella scelta di una città dove aprire una nuova sede sono, in ordine di importanza:
accessibilità ai mercati e ai clienti, disponibilità di personale qualificato, qualità delle telecomunicazioni, rete di
trasporti efficiente sia verso altre città sia a livello internazionale. Negativo il risultato delle due metropoli italiane considerate: Milano ha conseguito l'11° posto e Roma il 28°, peggiorando entrambe la loro graduatoria: traffico, qualità dell'aria, burocrazia e inefficienza della pubblica amministrazione sono tutti fattori che allontanano gli stranieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here