Scalo Milano, il “City Style” per eccellenze italiane

Retail

La bresciana Promos, fra le più note aziende specializzate nella filiera che comprende concezione, sviluppo, commercializzazione e gestione di grandi progetti immobiliari retail,  ha presentato nella cornice di Tortona Design Week 2014 a Milano, le ultime novità del progetto Scalo Milano, la cui apertura è prevista nell'estate 2015 a Locate Triulzi, comune a sud del capoluogo lombardo, al quale sarà ben collegato con la rete di trasporto pubblico (passante ferroviario). Il cantiere apre in primavera 2014.

Il progetto è stato premiato il 4 aprile al Magdus di Parigi 2014 come "Best European Project".

Concept
Scalo Milano sarà un City Style, "uno spazio commerciale -precisa Filippo Maffioli, sales and marketing director di Promos - destinato a diventare punto di riferimento dello shopping a Milano, grazie all'integrazione, anche culturale ed estetica,  con l'area metropolitana e urbana di riferimento".
Collegato direttamente alla rete metropolitana, con accesso all'area dalla fermata di Locate Triulzi del passante S13, e grazie a un look che veste con soluzioni più aggiornate il modello architettonico che richiama il recupero industriale, Scalo Milano City Style presenterà le eccellenze dei tre mondi più rappresentativi del made in Italy: moda, design ed enogastronomia di alto livello.

"Per esprimere al meglio lo spirito del design italiano, Scalo Milano sarà appunto vestito da un nuovo look -aggiunge Maffioli - un ambiente urbano in cui gli edifici ricordano l'immagine della fabbrica, simbolo di produttività e icona dell'imprenditorialità milanese dell'ultimo secolo, riproponendola in chiave moderna".

Distretto della creatività
L'idea di fondo è dunque quella di realizzare, con Scalo Milano City Style, un distretto della creatività internazionale dove installazioni e opere d'arte animeranno le strade e le piazze fungeranno anche da teatri per eventi.
Il progetto è stato realizzato dagli architetti dello studio Metrogramma, cui è stata affidata la direzione artistica delle facciate e dell'arredo urbano, e dallo studio Cotefa che ne ha curato l'impianto strutturale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome