Semestrale Coin: fatturato costante, in aumento gli utili

Retail

Il CdA del Gruppo Coin ha approvato i risultati del
primo semestre dell'esercizio 2011 (1 febbraio - 31 luglio 2011) con la seguente premessa "I primi sei mesi del 2011 sono stati caratterizzati da una fase economica stagnante e dall'aggravamento della crisi
economica internazionale, particolarmente acuta in estate in Italia, che ha disegnato un quadro di minore fiducia
dei consumatori. Il clima meteorologico, inoltre, non ha aiutato"

Vendite a +0,3% rispetto a 2010
In una situazione siffatta un risultato del +0,3% rispetto al pari periodo del 2010 è da valutare in positivo proprio perché Il Gruppo doveva scontare le attività di
ristrutturazione e la razionalizzazione della rete, con la chiusura programmata di 18 negozi del perimetro di
acquisizione Upim. Negozi che avevano contribuito per 11,5 milioni di euro al fatturato alle vendite del primo semestre 2010, che è pur sempre 1,5 punti percentuali rispetto al fatturato.

La campagna promozionale ha inciso sul margine
Il margine operativo lordo consolidato dei primi sei mesi del 2011 si attesta a 66,8 milioni di Euro (9,3% sulle vendite nette) ed è in crescita del +9,3% rispetto a luglio 2010 (61,1 milioni di euro). Nel secondo trimestre il Gruppo
ha avviato un'estesa campagna promozionale volta alla riduzione dello stock in esubero risultante dall'andamento
delle vendite rispetto alle previsioni a causa del clima non favorevole e dalla debole domanda del mercato. Tali
azioni promozionali hanno avuto un impatto sui risultati del secondo trimestre che riportano un Ebitda pari a
36,5 milioni di Euro, allo stesso livello dell'anno scorso.

Attività sulla rete
Sul fronte gestionale il primo semestre ha visto il Gruppo attivamente impegnato nella realizzazione delle linee
guida definite nel business plan. Fra le attività messe in cantiere e realizzate in questo primo periodo vi è la
prosecuzione del piano di conversione della rete Upim con la ristrutturazione e riapertura di 13 negozi (7 con il
format OVS Industry, 2 OVS Kids, 2 Coin ed infine 2 con il nuovo format Upim Pop) che hanno tutti ottenuto
un forte incremento di fatturato e margini rispetto al vecchio formato.
La ristrutturazione della rete esistente è continuata con l'implementazione della nuova immagine Ovs Industry in
14 negozi, portando così a 236 il numero complessivo di negozi con il nuovo formato.
È stato concluso, già nei primi giorni del nuovo esercizio, il processo di conversione dei negozi della catena
Magnolia, acquisita da Ovs ad ottobre 2010, con la ristrutturazione e riapertura di complessivi 34 negozi, di cui 30
con insegna Ovs Kids e 4 con il formato T-Wear.

Sviluppi 2011
Prosegue nel semestre lo sviluppo internazionale con l'apertura di 13 nuovi negozi, compreso il primo negozio del
Gruppo in Francia, e, nel contempo, sono stati implementati i necessari processi operativi a supporto di tale
sviluppo.
Il Gruppo rimane comunque concentrato nelle sue attività di sviluppo e settembre vede la riapertura, dopo le
attività di ristrutturazione, di 11 negozi con la nuova immagine Upim Pop. Completano il piano di integrazione
Upim la conversione di ulteriori tre negozi, sempre in apertura a settembre, con il formato Ovs Industry e la
conversione di tre negozi in outlet.

Excelsior Milano
Infine va menzionato che il 6 settembre 2011 Gruppo Coin ha inaugurato nel centro di Milano uno spazio unico
per la città: un progetto di contaminazione tra moda, food, design ubicato sue due strutture per un totale di 4.000
mq complessivi, modernissime ma in dialogo con il preesistente cinema Excelsior. Un nuovo spazio progettato
dall'architetto Jean Nouvel destinato ad offrire una shopping experience di alto profilo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here