Tetano neonatale P&G: i risultati del primo anno

Produttori

Continua l'impegno di Procter&Gamble verso i bambini dei paesi più poveri. Si combatte contro il tetano neontale che uccide un bambino ogni 9 minuti e lo si fa insieme all'Unicef L'obiettivo è di contribuire all'eliminazione del tetano neonatale in 39 Paesi in via di sviluppo, dove questa malattia è ancora responsabile della morte di 59.000 bambini ogni anno. In più l'edizione 2011 supporta l'iniziativa dell'Unicef Vogliamo Zero che ha l'obiettivo di portare a zero il numero di bambini che muoiono a causa di malattie prevenibili, entro i primi cinque anni di vita.

Una confezione, un vaccino

A livello globale, P&G è al fianco dell'Unicef nella lotta al tetano neonatale dal 2006 con l'obiettivo ambizioso di eliminare questa malattia entro il 2015. Un obiettivo che grazie al contributo e alla collaborazione di tutte le mamme dei Paesi sviluppati si può raggiungere. In Italia, grazie alla sensibilità di tantissime famiglie italiane che hanno aderito alla campagna del 2010, P&G ha donato 15.286.120 vaccini all'Unicef con la meccanica 1 confezione=1 vaccino.

Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2011
Entro queste date tutti potranno aderire alla campagna che si svolgerà nei supermercati e ipermercati del territorio nazionale. Per ogni confezione di prodotto partecipante all'iniziativa venduta, P&G donerà all'UNICEF l'importo necessario per l'acquisto di una dose di vaccino antitetano. P&G sostiene la campagna attraverso i suoi marchi noti e apprezzati da milioni di famiglie italiane: a fianco di Dash, che dal 1987 promuove campagne di responsabilità sociale, partecipano Gillette, Pantene, AZ, Fairy, Bolt, Mastro Lindo, Ambi Pur, Oral-B, Swiffer, ACE e Viakal.

Per presentare questi dati si è svolta ieri una conferenza stampa a Milano con Sami Kahale presidente e Ad di P&G Italia che ha dichiarato "E' inaccettabile che si verifichi ancora oggi una tragedia di queste dimensioni con 59.000 bambini morti all'anno. Non solo per le sue tragiche proporzioni ma anche perché può essere facilmente prevenuta. P&G condivide con l'Unicef l'impegno nel promuovere il benessere e la salute dei bambini, per questo ha deciso di lanciare nuovamente questa campagna con l'obiettivo di coinvolgere il maggior numero di mamme per vincere insieme all'Unicef questa sfida.
Le donne che sono le prime destinatarie della malattia (essendo contagiabili fra il 3° e il 28° giorno di vita del bambino) sono 130 milioni cui si devono aggiungere i loro bambini, con un numero che diventa quindi più che raddoppiato, totalizzando più o meno gli abitanti di tutta la Russia”.
Kahale ha così continuato: "una dose di vaccino costa 55 centesimi di euro. Aumentando i prodotti P&G con cui si può partecipare all'iniziativa contiamo di superare i risultati della campagna dell'anno scorso che già era andata oltre le nostre previsioni. Quindi siamo sulla giusta strada per eliminare del tutto la malattia entro il 2015".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here