3F, la Cantina del pesce surgelato

    • Università: Università degli Studi di Catania
    • Tutor:

      Maria Cristina Longo

    • Studenti:

      Damiano Naselli, Giuseppe Nastasi, Giovanni Girasole, Alfio Licciardello, Gianluca Tigano

    L’idea di business parte dalla volontà di offrire, tramite l’acquacoltura, un prodotto di pesce surgelato d’alta qualità che abbia tutte le caratteristiche dell’eccellenza, sia dal punto di vista normativo, sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale.
    Contestualmente creare un marchio con logo 3F (Fresh Frozen Fish) che ne esalti l’unicità e che premi il concetto di acquacoltura biologica.
    Alla base di tale progetto vi è la creazione di veri e propri allevamenti di pesce.
    L’allevamento sarà situato su un’area di 4 ettari, di cui tre distribuiti in prossimità della riserva naturale Simeto (Ct) e uno direttamente sul mare, a ridosso della costa Ionica. Saranno trattati sia esemplari di pesce d’acqua dolce, sia esemplari di pesce d’acqua salata. Inoltre sarà costruito un magazzino di 3.000 mq nella medesima area, alimentato tramite pannelli solari di ultima generazione, allo scopo di preservare il pesce all’interno delle 30 celle frigo. Il magazzino disporrà anche di un’autorimessa in cui, inizialmente, saranno disponibili 2 furgoni frigo refrigeranti (100% elettrici), che fungeranno da trasporto al punto di vendita. L’idea, in seguito, sarà anche quella di impiantare delle pale eoliche lungo il tratto marittimo di competenza.
    Il risultato finale sarà quello di creare un punto di vendita, situato nel centro della Città di Catania in grado di coniugare le caratteristiche della distribuzione con quelle della piccola ristorazione, con la volontà di rivoluzionare il concetto del classico aperitivo.
    Il punto di vendita disporrà di celle frigorifere, contenenti i prodotti disponibili alla vendita e di un’area dedicata esclusivamente all’aperitivo. Il prodotto utilizzato riguarderà esclusivamente la varietà di pesce surgelato prodotto negli allevamenti nostrani, il quale verrà impacchettato e venduto all’interno del punto di vendita, con l’opportunità di essere gustato nell’area dedicata all’aperitivo. L’area aperitivo rappresenta una delle novità assolute per un punto di vendita, essa sarà infatti, una sorta di mini-ristorante situato all’interno dello store. In quest’area vi sarà la possibilità di gustare varie tipologie di ricette, suggerite dallo chef, riguardante il pesce surgelato prodotto ed allevato dal concept. Il prodotto fresco biologico verrà stoccato in celle da 0° a + 3° C. L’azienda offrirà anche il prodotto decongelato, la cui lavorazione sarà controllata in ogni sua fase per preservare la qualità e fornire il meglio al consumatore. Per ottenere il decongelamento graduale il prodotto congelato verrà immesso in cella frigo a temperatura di + 4° C. Il prodotto, una volta decongelato, è servito.
    Il punto di vendita è situato in via Umberto I a Catania. All’interno ci sarà un’area dedicata all’acquisto dei prodotti, denominata Store, e un’area dedicata alla ristorazione, denominata La Cantina del Pesce. L’area Store è dotata di 9 celle frigorifere contenenti i prodotti disponibili alla vendita, due banconi con relative casse; mentre l’area dedicata alla ristorazione prevede una cucina, di 10 tavoli da 4 posti ciascuno, di 14 sgabelli con annesso bancone, 2 bagni (maschile, femminile, disabili), di 4 banchi frigo e 2 scaffali dedicati all’enoteca. Per quanto concerne i prezzi, saranno collocati in una fascia alta, con una media prezzo di 5 euro; Il packaging sarà in cartone biodegradabile, ad ulteriore conferma dell’impronta green e partiranno dai 100 grammi fino ad arrivare ai 600 grammi di peso. La comunicazione prevede volantinaggio e cartellonistica, creazione di un sito web, le relative pagine social (Facebook, Instagram, Twitter), e pubblicità su Google AdWords in modo da coprire l’intera area di riferimento, promuovere l’apertura e l’attività.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Inserisci il tuo nome