Trend Micro entra nella gdo per diventare il numero 1

Retail

“Per noi la presenza sugli scaffali delle insegne della gdo, oltre quelle specializzate, rientra in una strategia precisa di marketing attraverso la quale vogliamo aumentare tanto la nostra visibilità quanto la nostra quota di mercato. Già da qualche mese stiamo lavorando in questa direzione, con l'obiettivo di offrire al mercato consumer soluzioni tecnologiche efficaci e semplici in tema di sicurezza”. Con queste parole, Carla Targa, marketing manager di Trend Micro, leader globale nella sicurezza dei contenuti internet, chiarisce le logiche alla base della scelta di entrare nella gdo: diventare un interlocutore privilegiato per utenti domestici e piccoli uffici, che rimangono, al momento, ancora marginali per la società, il cui business è principalmente focalizzato su grandi imprese (industrie, banche, ecc).



La partnership con Distram

In questa operazione Trend Micro ha scelto come partner Distram, distributore specializzato nei canali gdo e gss che opera sul territorio nazionale. “Trend Micro è il primo vendor di prodotti software a entrare nella nostra offerta -precisa Massimo Vezzoni, presidente di Distram- Per noi si tratta di una scelta strategica orientata ad offrire un completamento della gamma con l'idea di diventare il numero 1”.

Al momento, i prodotti Trend Micro sono presenti in una cinquantina di superfici di vendita tra cui Finiper (per ora 8 ipermercati con l'intenzione di una copertura totale della rete e con l'estensione a Unes), Coop (attualmente 9 ipermercati, 5 di Coop Lombardia e 4 di Novacoop) e 30 pdv di Comet. Anche con Il Gigante e Trony le trattative sono ormai alle battute finali.

Per migliorare la visibilità della gamma, sono allo studio anche soluzioni espositive particolari, sia preferenziali sia come shop-in-shop, come già avviene all'estero, visto che le referenze sono già disponibili da insegne come Fnac, Media World, Carrefour e Staples.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome