Un altro anno deprimente per la Gdo, crescono solo i discount

Dopo un 2013 chiuso con arretramento dell’1,3 %, anche nel 2014 la grande distribuzione registra un calo delle vendite, che diminuiscono in totale dell’1% a volume e dello 0,8 % a valore, con crescita in controtendenza solo per i discount di alimentari, che segnano un +2,3%. Questo quanto rilevato dai dati Iri e riportati dal Sole24Ore.
La tendenza negativa colpisce in particolari i retailer dalle grandi superfici a prevalenza alimentare e che riguarda tutte le categorie: dal fresco (-0,4%) ai prodotti per la cura della persona (-1,1%), passando per bevande alcoliche (-2%) e pet care (-1,8%), con eccezione del reparto ortofrutta che resta invariato, fermandosi a quota zero. Nello specifico, i centri commerciali perdono un 4% negli acquisti, secondo un fenomeno che coinvolge in particolare il Sud Italia e le isole, pur riguardando tutte le aree del Paese, e che si associa a un impoverimento costante della classe media.
Si tratta di dati che vanno di pari passo con il già discusso aumento della pressione promozionale e con la deflazione in atto nei supermercati.



LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome