Un vecchio e insalubre monopolio

Farmacie e gdo: si riapre uno spiraglio con il ddl Concorrenza del ministro Guidi e la farmacie private rialzano le barricate, unendosi come un sol uomo a difesa del proprio territorio contro la gdo che difende il potere d’acquisto del consumatore. Se questo è il ruolo della gdo, le farmacie lo vorrebbero proteggere da un uso dissennato delle medicine (ma perché il consumatore, ormai smart, quando serve, si trasforma in un idiota?). Quel che è peggio, in questa situazione bloccata, è che ancora una volta a vincere non saranno le due parti in causa, bensì l’esercito di siti e-commerce che tranquillamente schiera farmaci di ogni genere, non sempre garantiti, talvolta banditi dalle nostre farmacie. Insomma, continuiamo a guardare il dito e non vediamo la mano. La concorrenza esasperata non arriva e non arriverà dalla gdo. Non ci saranno carrelli pieni di antidolorifici venduti a 3x2; piuttosto ci sarà più scelta (come è oggi in tutto il commercio “libero”) tra servizio e convenienza, i prezzi scenderanno e il cittadino tirerà un sospiro di sollievo.

Edit03_2015

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here