Va a Conad il premio Il logistico dell’anno 2016

conad premio logistico Andrea Mantelli, responsabile Supply Chain Conad

Il premio Il logistico dell’anno 2016, istituito da Assologistica e Euromerci, il mensile dell’associazione, viene assegnato a Conad per aver dematerializzato la consegna del prodotto a marchio con il supporto di un progetto Di.Tech sulla piattaforma Delivering (http://www.ditechonline.it/prodotti/delivering-retail/). Il nuovo iter elettronico si presenta anche come ecosostenibile e coinvolge tutti gli attori della filiera: supply chain e amministrazione, 3PL e trasportatori, fornitori mdd, permettendo loro di essere aggiornati in tempo reale sull’esito della consegna.


Il progetto Delivering. Il documento di trasporto elettronico viene generato nella fase di preparazione del carico Delivering_Retail_SM logisticodal magazzino, sia in formato DesAdv sia in formato leggibile pdf, e un Pin associato alla consegna. Nel momento in cui il conducente prende in carico della merce, avendo ricevuto il Pin tramite sms, firma elettronicamente il documento, sfruttando il device mobile reso disponibile dal magazzino. In fase di ricevimento, sempre tramite interfaccia mobile, la cooperativa annota in digitale gli eventuali vizi apparenti, arricchendo, eventualmente, con foto la documentazione e con riscontro diretto del conducente con l’uso del PIN. Successivamente, terminati i controlli sulla presenza dei vizi occulti e alla chiusura del carico, dalla cooperativa viene generato il documento elettronico RecAdv che contiene il dettaglio completo della merce accettata e la segnalazione delle anomalie riscontrate con le specifiche causali. La nota di contestazione viene resa disponibile anche in formato leggibile pdf.

La partnership con Di.Tech. Andrea Mantelli, responsabile Supply Chain Conad esprime soddisfazione per il riconoscimento attribuito all’insegna e sottolinea: “Per il prodotto a marchio Conad, il processo di digitalizzazione della logistica è iniziato, sempre in partnership con Di.Tech, anni fa con l’introduzione dell’Edi che ci ha poi permesso di allargare al DesAdv. Da tre anni, abbiamo introdotto nei nostri magazzini del fresco la tecnologia RFid attraverso l’utilizzo di tag e abbiamo fatto investimenti per creare varchi per la lettura dei tag RF in uscita agli Hub e in ingresso sui CeDi. Ora abbiamo completato questa evoluzione, introducendo le informazioni di ritorno (RecAdv) attraverso il progetto Di.Tech sulla piattaforma Delivering”.

 

Informazioni su Alessandra Bonaccorsi

Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.

Pubblica i tuoi commenti