Walmart e Carrefour: accuse di frode in Cina

Retail

Walmart e Carrefour nel mirino delle autorità cinesi, dopo le accuse da parte dei consumatori di applicare politiche di prezzo ingannevoli. Due esempi: Carrefour ha avviato una campagna di saldi su prodotti tessili annunciando un abbattimento dei costi da 169 a 50 yuan, mentre in realtà il prezzo di vendita originario era di 119 yuan. Analogamente Walmart è stata “pizzicata” mentre annunciava un ribasso del prezzo della farina da 31 a 21 yuan, mentre il prezzo originario era di 24. La Commisione nazionale per lo sviluppo ha riscontrato in questi e in altri comportamenti una violazione delle leggi cinesi e ha richiesto un maggior controllo nella comunicazione del prezzo.
Carrefour ha ammesso gli errori imputati attribuendoli a deficit tecnologici scusandosi con i consumatori e impegnadosi a migliorare il proprio sistema.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome