Gambardella (VéGé): “Scegliamo il made in Italy”

Alessandra Bonaccorsi

L'invito esplicito che la società Gambardella (socia VéGé) rivolge ai consumatori è diretto: “tutti possiamo contribuire alla rinascita del nostro Paese sostenendo il sistema economico italiano con scelte consapevoli orientate al Made in Italy”. L'azienda, attiva nel centro e sud Italia con il Ce.Di, il Cash e i punti di vendita Gran Risparmio, incita l'unione verso un obiettivo comune: far ripartire la nostra economia. Un appello che la società ha voluto diffondere con una comunicazione ad hoc in tutti i punti di vendita della rete.

Mario Gambardella Amministratore Unico della Gambardella SpA

A riguardo, l'amministratore unico Mario Gambardella sottolinea. “Vogliamo solidità per le aziende, sicurezza economica per i lavoratori e per le loro famiglie. Vogliamo un futuro per i nostri figli, ricco di opportunità, sorrisi e grandi occasioni. Oggi possiamo fare la nostra parte, scegliamo sempre i nostri prodotti, scegliamo la nostra Italia”.

Gambardella, in questa iniziativa di valorizzazione dei prodotti tipicamente italiani, trova il sostegno del Gruppo VéGé. “Sosteniamo con forza l’appello del nostro amico e socio Mario Gambardella e ribadiamo che Gruppo VéGé, insieme ai suoi 36 imprenditori che rappresentano oltre 3.500 supermercati in tutta Italia, si impegna per cercare di continuare a offrire un presidio di normalità e sicurezza agli italiani per garantire tutto quello di cui hanno bisogno e assicurare in tutte le case, ogni giorno, il necessario per fronteggiare senza ulteriori preoccupazioni questo difficilissimo momento -afferma il presidente Nicola Mastromartino-. Il nostro senso di appartenenza e di vicinanza al territorio ci spinge a fare squadra e valorizzare ancora di più i prodotti Made in Italy perché sono buoni, sicuri e perché in questo modo ciascuno di noi può contribuire a far ripartire il nostro Paese”.

Alessandra Bonaccorsi

Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.