Adm a Marca: sempre più Pl nei carrelli della gdo

Research

Nel 2012 le vendite di prodotti a marca del distributore sono cresciute del 7,3% rispetto al 2011 raggiungendo una quota di mercato del 17%.
La diffusione della marca del distributore non è omogenea in tutta Italia: infatti un terzo delle vendite totali (35,7%) si concentrano nel Nord Ovest, al secondo posto si posiziona il Nord Est, l'area che fa registrare la più alta penetrazione della marca del distributore, con il 18,8% di quota di mercato. Al terzo posto ci sono il Centro Italia e la Sardegna con una penetrazione della marca del distributore del 18,6%, mentre al Sud la penetrazione è ancora contenuta.

La ricerca
Sono solo alcuni dati - Fonte SymphonyIri Group, elaborazione di Guido Cristini, Università di Parma - che saranno presentati il 16 gennaio 2013 nel convegno Adm (Associazione Distribuzione Moderna), che aprirà la due giorni dedicata al mondo della marca del distributore "Marca", organizzata da BolognaFiere.

Gli italiani si fidano
Gli italiani si fidano della marca del distributore quando comprano prodotti alimentari "confezionati" e "freschi", che rappresentano il 31,3% e il 24,6% delle vendite a marca del distributore. Si risparmia mantenendo la qualità anche per la "cura della casa" e per prodotti che sono la base dell'alimentazione mediterranea come "frutta e verdura", che generano rispettivamente il 10,4% e il 10,1% delle vendite. A seguire, più di un prodotto "surgelato " su quattro è a marca del distributore, con una quota di mercato del 25,8%. I consumatori si fidano dell'insegna della gdo anche quando si tratta dei loro amici a quattro zampe, nel Petcare infatti la marca del distributore ha una quota di mercato del 22,4%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome