Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Servizi

Si preannuncia come la più partecipata di sempre la terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction –EWWR), in programma da domani al 27 novembre. L'edizione 2011, con 888 azioni validate (consultabili sul sito dedicato Menorifiuti.org) supera decisamente le circa 600 azioni dello scorso anno, che permisero comunque all’Italia di essere il secondo paese a livello europeo per numero di progetti.
Il Comitato promotore nazionale è composto da Federambiente, AICA, Provincia di Torino, Rifiuti 21 Network, Provincia di Roma, Legambiente ed Eco dalle Città.

Programma LIFE+ della Commissione Europea

La “Settimana” nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle recenti disposizioni normative (direttiva quadro sui rifiuti, 2008/98/CE).
Tra le 888 azioni validate, più della metà sono arrivate dalla Pubblica Amministrazione, un 30% dalle categorie associazioni e imprese (con un numero praticamente uguale di azioni validate), il 10% dalle scuole e il resto da altri soggetti.

QR code a supporto della riduzione

A supporto della riduzione viene anche la tecnologia. L'azione QR-code-SERRevOIL di cinque aziende agricole pugliesi, sperimenterà l'utilizzo del sistema QR code, il codice a barre informativo a lettura ottica, sulle etichette presenti sulle bottiglie di olio extravergine di oliva con l'obiettivo di ridurre le dimensioni delle etichette risparmio così il consumo di carta.
In Italia la “Settimana” è realizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, col patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Presidenza della Camera e del Senato, dell’Unesco e col sostegno del Conai.

Appello alla gdo

Tra le azioni di quest’anno figurano le iniziative promosse da Porta la Sporta tra cui la richiesta alla gdo di attuare sette azioni concrete ed urgenti per prevenire la produzione dei rifiuti resa nota con la lettera aperta di una decina di giorni fa.
“Queste azioni sono determinanti –si legge in una nota- per consentire ai cittadini consumatori di accogliere i consigli di acquisto a basso impatto ambientale proposti con Meno plastica per Tutti e Mettila in rete le recenti iniziative della campagna finalizzate a tagliare il peso degli imballaggi e altri articoli usa e getta”. Due insegne della grande distribuzione hanno accolto l'invito di sperimentare Mettila in rete per ridurre il consumo dei sacchetti monouso del settore ortofrutta in due punti di vendita del centro Italia a Vasto e Terni.

Porta la Sporta confida nel fatto che la grande distribuzione voglia rispondere nel breve periodo e fare grandi cose in campo ambientale poiché i gruppi hanno al loro interno risorse e know how per pianificare velocemente in alcuni ambiti. Fra le azioni richieste alla gdo figurano: riduzione del consumo di sacchetti monouso nel reparto ortofrutta, almeno un modello di spazzolini con testine intercambiabili, riduzione dell'overpackaging dei prodotti di gastronomia confezionati nei pdv, eliminazione dei doppi imballaggi, ampliamento dell’offerta di prodotti sfusi e concentrati, regolare comunicazione per valorizzare le politiche ambientali intraprese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome