Aspiag Service (Despar): i risultati dei progetti charity

Più di 240mila "microdonazioni" a margine della spesa in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna per un totale di oltre 162mila euro. Sono i risultati del progetto di charity ideato e promosso da Aspiag Service in occasione dell'8 marzo Il mondo ha bisogno delle donne. L'iniziativa ha visto il coinvolgimento dei punti di vendita diretti e affiliati delle quattro regioni in cui Aspiag Service è presente: a beneficiare della raccolta sono state altrettante realtà, impegnate nel sostegno ai rispettivi territori. Ai clienti è stato chiesto di “arrotondare” lo scontrino alle casse. Ma non si tratta dell'unico progetto solidale intrapreso dall'azienda che, attraverso la vendita delle tradizionali campane di Pasqua, ha raccolto altri 16mila euro che verranno devoluti a realtà attive nel supporto assistenziale di bambini e famiglie in difficoltà.

A queste attività se ne aggiunge una terza, Una buona ragione per fare del bene, che una delle tradizionali attività di charity attivate nei punti di vendita Eurospar e Interspar gestiti da Aspiag Service. Nelle due settimane precedenti alla Pasqua sono state vendute campane di cioccolato per un ricavato di 16.120 euro che sarà interamente devoluto, su base regionale, a quattro realtà attive nel supporto assistenziale di bambini e famiglie in difficoltà.

I progetti di Charity che abbiamo lanciato tra febbraio e aprile -dichiara Fabio Donà, direttore marketing Despar- hanno avuto una eccezionale risposta da parte dei nostri clienti: li vogliamo ringraziare per aver raccolto e fatto proprie anche quest’anno due iniziative a cui teniamo molto. In un momento molto impegnativo per l’Italia, tutti hanno mostrato la propria solidarietà e, insieme, abbiamo raggiunto un obiettivo straordinario. Un ringraziamento speciale va ai nostri colleghi, che hanno supportato le campagne coinvolgendo i clienti nella donazione: questo grande risultato è frutto del loro entusiasmo, della loro professionalità e del loro impegno straordinario”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome