Carrefour Italia e Inalca promuovono la filiera 100% italiana e garantita della carne di vitello. L’accordo siglato alla presenza rispettivamente del Ceo Carrefour, Christophe Rabatel, e dell’amministratore delegato Inalca, Luigi Scordamaglia, prevede la valorizzazione della produzione italiana di vitello a carne bianca di alta qualità nella grande distribuzione (oltre 300 punti di vendita Carrefour a livello nazionale) attraverso il marchio Filiera Qualità Carrefour.

Alla firma, in rappresentanza di tutti i 250 allevatori partner della Filiera Qualità Carrefour, Federico Olivieri della Società Agricola Corticella, che testimonia il coinvolgimento alla firma di tutti i partner che partecipano alla produzione del prodotto lungo la filiera produttiva. La filiera del Vitello Filiera Qualità Carrefour 100% italiana basa il proprio approvvigionamento sulla collaborazione dell’insegna con 5 capifila del settore dell’allevamento italiano, di cui Inalca rappresenta la principale realtà, che consorziano in totale circa 250 realtà locali.

Un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità e qualità dei prodotto, è giocato dalle piccole aziende che su tutto il territorio, ogni giorno, assicurano la rispondenza delle loro pratiche zootecniche con le migliori pratiche per la tutela dell’ambiente, del benessere animale e della salute.

Il progetto di valorizzazione della carne di vitello segue una intesa già siglata nel 2017 tra Carrefour Italia e Inalca per la promozione delle filiere di vitelloni e scottone e si inserisce nell’impegno più ampio dell’insegna per un’offerta locale e di eccellenza nel reparto macelleria, grazie anche alle competenze dei propri macellai che contribuiscono a diffondere una cultura del consumo di questo prodotto.

"Carrefour Italia ha fatto una scelta precisa e responsabile nella gestione della propria catena di approvvigionamento della carne, rivolgendosi in via preferenziale ai propri fornitori italiani e valorizzando i piccoli allevatori del territorio, per offrire insieme un prodotto di qualità, 100% a provenienza garantita -spiega Christophe Rabatel, Ceo di Carrefour Italia-. Con progetti come questo desideriamo collaborare con i nostri partner, promuovendo le produzioni locali e le buone pratiche di allevamento. Sono dunque molto felice di poter rendere accessibile a tutti i nostri consumatori un prodotto come il vitello italiano, che rappresenta una vera e propria eccellenza del nostro Paese".

"L’accordo di oggi –aggiunge l’Ad di Inalca, Luigi Scordamaglia- rappresenta un altro passo avanti nella valorizzazione della filiera italiana delle carni bovine. Il consolidamento della partnership tra Carrefour e Inalca, in questo caso esteso alla filiera di qualità della carne di vitello, viene incontro alle esigenze del consumatore italiano che durante la crisi covid ha accentuato la sua preferenza di acquisto verso prodotti sempre più italiani e sempre più sostenibili. La tutela del benessere animale, la riduzione dell’impatto ambientale, la sicurezza e la qualità del prodotto sono requisiti essenziali della Filiera Qualità Carrefour di cui la nostra azienda è da sempre diretta protagonista. Come Inalca siamo quindi davvero fieri di poter applicare tali requisiti anche ad una filiera, come quella del vitello, che valorizza il lavoro di tanti nostri allevatori e delle loro famiglie dando al consumatore la possibilità di scegliere un prodotto distintivo 100% italiano".

Il marchio Filiera Qualità Carrefour, attivo dal 1992, ha l’obiettivo di portare principi di innovazione nel mondo agro-zootecnico, anticipando le disposizioni della regolamentazione europea e incoraggiando tutti gli attori della filiera a raggiungere, tramite partnership a lungo termine, obiettivi condivisi che sono riassunti in capitolati di filiera che sanciscono l’accordo tra tutti gli attori protagonisti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome