Con il progetto “In Zona” le edicole italiane diventano uffici postali evoluti

Foto Palermo di Nexive - Marchica di SINAGI - Abbiati di SNAGNexive, primo operatore postale privato in Italia, SINAGI, Sindacato Nazionale Giornalai d'Italia, e SNAG, Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai, siglano un accordo triennale volto a valorizzare la presenza delle edicole sul territorio per offrire servizi postali sempre più evoluti, efficienti e vicini alle esigenze di cittadini, pubbliche amministrazioni e imprese. Si punta a coinvolgere circa 12.000 edicole in tutta Italia.

Una collaborazione, quella tra Nexive, Sinagi e SNAG, nata con un duplice obiettivo: in primis aiutare le edicole a ripensare il proprio modello di business e a sviluppare attività a valore aggiunto che vadano oltre la classica distribuzione di giornali e riviste, e in secondo luogo, l’accordo mira a innovare il servizio postale tradizionale, offrendo una risposta concreta alle necessità di cittadini, pubbliche amministrazioni ed imprese a fronte del crescente disinvestimento nei servizi postali sul territorio.

“In un momento in cui il servizio pubblico si sta ritirando dal territorio, è fondamentale ripensare in modo originale i servizi di prossimità a vantaggio dei cittadini: la partnership con SINAGI e SNAG nasce proprio con questo obiettivo – spiega Luca Palermo, CEO di Nexive. Il progetto ‘In Zona’ capitalizza il costante impegno di Nexive per guidare l’innovazione del settore postale grazie all’integrazione tra fisico e digitale e insieme alle edicole coinvolge anche cartolerie, tabaccherie e altri piccoli esercizi commerciali. Ad oggi abbiamo oltre 1400 punti su tutto il territorio nazionale per consentire di ritirare e inviare buste e pacchetti in modo sempre più comodo e flessibile.”

Con il progetto “In Zona” Nexive fa squadra con gli edicolanti italiani per ampliare la capillarità del proprio network e consentire ai cittadini non solo di ricevere ma anche di inviare corrispondenza e pacchi in maniera più comoda, grazie a punti di prossimità diffusi sul territorio e aperti con orari più flessibili rispetto a quello dei tradizionali uffici postali e anche nel weekend. Il progetto recupera quindi il ruolo delle edicole quali punti di aggregazione e prossimità sul territorio, riconoscendo però loro anche un ruolo nuovo nel semplificare la comunicazione tra aziende, amministrazioni pubbliche e privati e sostenere lo sviluppo di un settore strategico come l’eCommerce, che nell’ultimo anno ha superato i 16 miliardi di Euro. Grazie a questa partnership, non solo servizi come il ritiro della corrispondenza in giacenza, ma anche l’invio di lettere, raccomandate e pacchi, finora offerti solo a clienti business, vengono estesi anche ad un’utenza consumer.

“L'obiettivo che il Sinagi si prefigge, è di valorizzare la funzione e il ruolo delle edicole tradizionali, e diventare a tutti gli effetti, il centro dei servizi per tutti i cittadini cioè l'edicola come centro polifunzionale per la diffusione dell’informazione e per i servizi al cittadino - ha affermato Giuseppe Marchica, segretario generale SINAGI.

“Secondo una vecchia regola del marketing, portare le persone in negozio aumenta le possibilità di vendita”– commenta Armando Abbiati, presidente del Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai. Per questo accogliamo positivamente le nuove partnership come quella stipulata con Nexive: i potenziali lettori, infatti, avranno più opportunità di avvicinarsi all’edicola per usufruire dei servizi e saranno stimolati ad acquistare i prodotti editoriali offerti, a vantaggio degli edicolanti ma anche degli editori”.

Nei prossimi mesi Nexive, SNAG e SINAGI ingaggeranno gli edicolanti interessati e collaboreranno per fornire formazione e supporto e per lo sviluppo di nuove soluzioni al servizio del cittadino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here