Conad del Tirreno introduce Eu Pay per pagare i tributi comunali

conad

In 20 punti di vendita di Firenze, Conad del Tirreno introduce  il sistema di pagamento europeo Eu Pay, grazie al quale i consumatori possono pagare i tributi comunali all’interno dei negozi dell’insegna. Il nuovo servizio è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il Comune fiorentino che per il momento ha avviato l’iniziativa soltanto per i bollettini relativi al pagamento della refezione scolastica. Testata l’esperienza, l’obiettivo è ampliare il servizio ad altri tributi. I bollettini possono essere pagati direttamente alle casse dei punti di vendita Conad avendo a disposizione gli stessi sistemi di pagamento della spesa: Conad Card, buoni Conad, carta di credito, bancomat, contanti. I bollettini sono riconoscibili grazie al codice Ean, ossia il codice identificativo composto da 41 cifre, che garantisce sicurezza nell’identificazione dell’utente, e al simbolo Eu Pay apposti dal Comune di Firenze.

“Per la nostra natura sociale e per il profondo radicamento nel territorio dei nostri soci, ci viene naturale collaborare con le istituzioni per iniziative che favoriscono l’intera comunità, soprattutto se parliamo di un servizio quale Eu Pay, da cui si possono attendere solo benefici - commenta il direttore dei Sistemi informativi di Conad del Tirreno, Maurizio Barsacchi - Gli utenti pagano meno commissioni e non devono fare file diverse per spesa e bollettini, ottimizzando il tempo e, cosa fondamentale, investono sulla loro città contribuendo alla riqualificazione dei parchi pubblici. Benefici, dunque, anche per la Città di Firenze, che ha a disposizione risorse per riqualificare spazi per famiglie e bambini. I nostri sistemi informativi sono tra i più avanzati della grande distribuzione e quindi possiamo dare un contributo importante alla comunità e ai cittadini. I punti di vendita di Firenze possono essere un punto di riferimento quotidiano e più bollettini transitano dalle casse dei supermercati maggiori sono i fondi a disposizione del Comune per la città”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome