Conad Sicilia: il futuro? Logistica e multicanalità

Si guarda al futuro con ottimismo. A due anni dalla fusione in un’unica cooperativa, Conad Sicilia programma nuovi investimenti, potenzia gli asset logistici e progetta una rete più solida e orientata alla multicanalità. “Abbiamo investito 12 milioni per potenziare la logistica -spiega Vittorio Troia, direttore generale Cfo di Conad Sicilia-. L’investimento arriva al completamento di un piano iniziato a fine 2017 con la rivisitazione dei flussi e l’armonizzazione delle rotazioni nei nostri due poli logistici, quello di Palermo, che include i cedi di Carini, Capaci e Partinico, e quello di Modica. Abbiamo investito integrando il mondo del fresco industriale e completando il network delle piattaforme ortofrutta con l’apertura di quella di Ispica (Rg)”.

Pensate a ulteriori potenziamenti della logistica?

Sì. Il cedi di Partinico è in fase di riconversione e ammodernamento: 16.900 mq per una piattaforma che si prepara a integrare le nuove logiche distributive della supply chain di Conad con particolare attenzione al mondo dei freschi e al territorio. Il deposito di Partinico diventerà un polo unico per Conad Sicilia per alcune tipologie di prodotti che annunceremo tra qualche tempo. Questa scelta ci permetterà di ottimizzare i flussi di trasporto in entrata dai fornitori, aumentando il livello di servizio, ottimizzando le consegne ai soci e creando sinergia con le altre categorie. A Modica, invece, sarà costruito un polo logistico tra i più grandi del territorio, passando dagli attuali 12.000 mq a oltre 30.000 mq. In parte saranno potenziati gli attuali asset nell’alimentare secco e in un secondo step si procederà ad una diversificazione delle merceologie gestite, integrandosi con le fonti di approvvigionamento del territorio in particolare nell’ortofrutta.

Quali altri progetti futuri?

Continueremo a investire in ristrutturazioni per rinnovare la rete di vendita e adattarla alle nuove esigenze. Proseguiremo con azioni mirate all’abbassamento dei prezzi a scaffale e lavoreremo per migliorare i servizi, la multicanalità, l’offerta di prodotti bio e salutistici, ampliando le referenze in assortimento. Inoltre, abbiamo ancora ampi spazi di miglioramento nelle vendite della marca Conad, dove vogliamo crescere ancora.

Si parla anche di una collaborazione sempre più stretta con Pac 2000A ...

Come già annunciato recentemente dall’Ad Francesco Pugliese, Conad sta lavorando per la realizzazione di 4 piattaforme territoriali per razionalizzare la presenza sul territorio. Nel nostro caso si tratta della piattaforma Conad Sud Est che ci vede al fianco di Pac2000A (vedi Gdoweek 1, 16/1/2019, pagg. 18,19).

State definendo nuovi format?

Oltre al rafforzamento dei concept quali petstore, parafarmacie e ottico, stiamo ridisegnando a livello locale i format rispetto al ruolo di mercato delle diverse insegne, investendo sempre più sulla multicanalità per rafforzare il concetto di vicinanza al territorio. Inoltre, stiamo avviando un test sull’eCommerce. Partiremo nelle prossime settimane, in alcuni store di Palermo sia con la consegna a domicilio sia con il click&collect.

Le previsioni per il 2019?

Abbiamo iniziato l’anno con una crescita delle vendite a doppia cifra (+12%), dati che confermano il trend positivo già registrato nel 2018, anno in cui abbiamo rafforzato la leadership sia di mercato sia consolidando la vendita dei prodotti a marchio Conad. Abbiamo di fronte a noi un 2019 pieno di incertezze, ma siamo forti, preparati e pronti a giocare il nostro ruolo da leader nel complesso mercato della gdo siciliana, nel quale ci stiamo muovendo con diverse iniziative valutando con grande attenzione tutte le opportunità di sviluppo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome