Coop: sale il fatturato

Retail

Le quote di mercato si tengono erodendo i margini. Una considerazione scontata in epoca di contrazione drastica dei consumi e che trova una conferma nei dati di bilancio presentati nel corso dell'assemblea del consorzio nazionale Coop Italia.
Il leader della gdo italiana oggi detiene una quota del 17,7% del mercato, un fatturato di 12,2 miliardi di euro (+3,2% su base annua), 1394 punti vendita, 63 dei quali aperti nel 2007, 56.000 addetti (+3,4%), dei quali l'83,6% assunti a tempo indeterminato, circa 6,7 milioni di di cui 250.000 nuovi soci (+3,3%).

“Nel 2007 -ha affermato Vincenzo Tassinari, presidente di Coop Italia- Coop ha continuato a garantire il contenimento del livello dei prezzi mantenendo la propria inflazione al +1,2% a fronte di un dato medio Istat del +2,9%. E' un trend che continua da circa 8 anni e che si traduce in un vantaggio complessivo per i nostri soci e consumatori superiore al 14%, L'impegno nel contenimento dei prezzi ha però inevitabilmente provocato una diminuzione, lo 0,4%, dei margini commerciali”.

Il presidente Coop-Ancc (l'associazione nazionale in cui si riconoscono 128 imprese) Aldo Soldi (nella foto) ha messo l'accento sull'importanza delle liberalizzazioni: “Coop ha operato sul versante aperto dalle liberalizzazioni sia con la vendita dei farmaci da banco nei CoopSalute , con 73 corner aperti generando un risparmio pari a 9,6 milioni di euro sia con la telefonia mobile CoopVoce, con oltre 190.000 attivazioni. Non a caso proprio i settori economici toccati seppur parzialmente dalle liberalizzazioni e su cui Coop ha lavorato hanno generato effetti positivi per i consumatori. I prezzi dei farmaci da banco hanno subito un abbassamento del 11% e la telefonia si è assestata su un meno 7%”.

Nel corso dell'assemblea è stato annunciato anche la partnership con la società Olimpias del gruppo Benetton. L'obiettivo è puntare a una qualificazione dell'offerta di capi di abbigliamento negli ipercoop; i primi effetti saranno visibili con la prossima collezione primavera estate (sugli scaffali da febbraio 2009) interamente progettata all'interno dell'accordo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome