#Coronavirus Le nuove misure adottate da Nova Coop

Nuovi interventi urgenti nei punti di vendita per rispondere all'emergenza coronavirus anche da parte di Nova Coop (ma è plausibile che in caso di diffusione ulteriore si estendano a tutta la rete Coop). Ad annunciarli in anteprima in un post su Facebook è il presidente Ernesto Dalle Rive, a seguito di una riunione straordinaria della cooperativa.

Ecco quanto riportato dallo stesso Dalle Rive:

 

 

1) Inseriremo in radio coop la comunicazione che (ogni 15 minuti ndr) raccomanda il corretto comportamento che i clienti devono adottare in negozio in termini di affollamento e distanze da rispettare.

2) Attivazione della segnaletica a terra e orizzontale per cercare di dare ordine e normare i flussi.

3) Dotare tutte le cassiere di guanti monouso, specificando che devono esser sostituiti almeno ogni 2-3 ore, con la raccomandazione di non toccare occhi, naso, bocca con gli stessi. La misura non è obbligatoria Se qualcuno non li vuole indossare non è tenuto a farlo. Prevedere il continuo utilizzo del gel sanificante con pulizia comunque delle superfici. Pur consapevoli che il Ministero della salute non li prevede viste le sollecitazioni ricevute dal personale, abbiamo deciso di consentirli.

4) Abbiamo deciso di intervenire fisicamente sulla barriera cassa. La volontà è di dotare le stesse di una barriera protettiva (tipo plexiglas) da installare progressivamente sulla rete. Inizieremo dai negozi interessati dal decreto come da art 1 (Lombardia, Novara, Verbano Cusio Ossola, Asti, Alessandria e Vercelli) e progressivamente le altre provincie del Piemonte. L’attività non potrà essere immediata in tutta la rete ma l’obiettivo è intervenire il più rapidamente possibile in tutta la rete.

5) Normare il numero di accessi in pdv per evitare il sovraffollamento e l’eccessiva pressione sui banchi assistiti e la barriera casse.

"Abbiamo inoltre da oggi deciso la gratuità della consegna a domicilio della spesa, per tutti, senza limitazioni di età e per spese superiori a 60 euro, e stiamo rafforzando il servizio...cerchiamo di mantenere gli obiettivi della cooperativa...è chiaro che siamo consapevole dello sforzo che tutti stiamo sostenendo .
Siamo tutti sotto pressione....manteniamo la serenità e la calma....forza!!!"

In aggiunta, il comunicato inviato successivamente dalla cooperativa specifica:

• i supermercati e gli ipermercati, in quanto esercizi di vendita di prodotti alimentari, saranno aperti secondo i consueti orari su tutto il territorio nazionale comprese le aree cosiddette “Articolo 1” (Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia).

In particolare, rientrano tra le zone Articolo 1 i territori in cui la Cooperativa è presente: Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli e Lombardia (Castano Primo, Luino, Tradate).

• Nelle aree Articolo 1 specificate sopra, invece, resteranno chiusi nel fine settimana i negozi non alimentari dei centri commerciali con esclusione di farmacie e parafarmacie che rimarranno aperte insieme a supermercati ed ipermercati.

Nova Coop ha 60 punti vendita sul territorio piemontese e 3 su quello lombardo, in totale 30 negozi sono all’interno della zona arancione, l’attenzione quindi è altissima.

Il servizio di spesa a domicilio "Coop a casa", in corso di rafforzamento, per ora è già attivo per oltre un milione di piemontesi e copre l’intero territorio della città di Torino e i seguenti Comuni della provincia: Alpignano, Beinasco, Collegno, Grugliasco, Rivoli, Pianezza, Venaria. Per fare la spesa con Coop a Casa bisogna accedere alla piattaforma www.laspesachenonpesa.it, che permette anche di avvalersi del servizio Drive. In questo caso è possibile ordinare la spesa per via telematica e ritirarla già imbustata, con la propria macchina, presso i due punti di ritiro dell’Ipercoop di Beinasco e del Coop Drive di Torino, Corso Rosselli.

Un premio per i dipendenti
La Presidenza di Nova Coop ha deciso di erogare un contributo straordinario, in buoni spesa, di euro 200 ai propri dipendenti. Con questo messaggio inviato a tutti i dipendenti il Presidente della cooperativa Ernesto Dalle Rive desidera ringraziarli per il lavoro ordinario e straordinario che “in queste dure giornate di emergenza viene richiesto alle lavoratrici e ai lavoratori della cooperativa, impegnati a svolgere un importante servizio a favore dei nostri soci e dei clienti, in coerenza con il ruolo di servizio alla comunità che svolge la grande distribuzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome